Nuovo lockdown in Campania: le condizioni necessarie per De Luca

In Campania potrebbe essere introdotto nuovamente il lockdown se si verificheranno determinate condizioni, ha spiegato il Governatore De Luca. Ecco quali sono.

Nuovo lockdown in Campania: le condizioni necessarie per De Luca

La possibilità di un nuovo lockdown appare sempre più un’ipotesi certa, e il governatore della Regione, Vincenzo De Luca, nel corso del suo solito messaggio settimanale ha tuonato quali sono le condizioni necessarie che lo obbligheranno ad introdurre un nuovo blocco a livello regionale.

Se nella prima fase dell’epidemia il sud d’Italia sembrava essere stato risparmiato, adesso con la seconda ondata il Lazio e la Campania sembrano essere le due regioni maggiormente messe alla prova, tanto che gli ospedali COVID sono già quasi al completo e a Latina è stato introdotto nuovamente un mini-lockdown.

Nuovo lockdown in Campania

De Luca, come ha sempre fatto dall’inizio dell’epidemia, è molto chiaro e detta le condizioni necessarie affinché si veda costretto a chiudere nuovamente la regione per limitare k’incremento dei contagi: “Con l’incremento di 800 positivi al giorno è lockdown in Campania. Voglio essere chiaro su questo: arriviamo alla chiusura di tutto”. Continua dunque a perseguire la strada della prudenza il presidente della Campania, precisando che:

“Entriamo nella fase D, quella del contagio elevato o elevatissimo, perché se abbiamo 750 contagi il quadro cambia. L’obiettivo a cui puntiamo è avere più o meno un equilibrio tra nuovi contagi e persone dichiarate guarite. Ma, se questo equilibrio salta, cioè se dovessimo avere mille contagi e 200 guariti al giorno è lockdown. Se, in termini assoluti, hai 800 positivi al giorno arriviamo alla chiusura di tutto”.

La situazione nella regione infatti non è delle migliori, e il carico di tensione legato alla situazione epidemica si fa sentire, aggravato anche alle informazioni riportate da molti media riguardanti le condizioni del sistema sanitario regionale, smentite dallo stesso De Luca:

“Stiamo lavorando per non prendere decisioni drastiche e sciagurate, stiamo lavorando per più posti liberi per i ricoveri. Chi non ha sintomi deve andare a casa e stare in isolamento fiduciario, tranne che per particolari casi in cui avremo dei Covid residence. È evidente che non possiamo occupare con pazienti asintomatici posti che servono a chi ha il Covid ed è sintomatico”.

La situazione epidemica in Campania

Il governatore della Regione ha poi speso qualche parola per parlare della situazione epidemiologica della Campania, affermando che “ci si attendono anche oggi oltre 700 nuovi positivi. Con un aumento dei tamponi si crea il paradosso che più tamponi, più positivi e più persone in isolamento domiciliare e si pone il problema del personale: abbiamo oggi oltre 700 positivi, per fortuna senza sintomi ma li devi porre in isolamento domiciliare”.

Le dichiarazioni di De Luca hanno infatti trovato poi conferma anche nel bollettino quotidiano diffuso dalla Protezione Civile, secondo il quale oggi in Campania ci sono state 769 nuove infezioni, mentre a livello nazionale si sono registrati 5.372 nuovi casi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories