Netflix, prezzi in aumento per account condivisi: quanto costa e per chi

Giulia Adonopoulos

18 Marzo 2022 - 11:15

condividi

La società testa nuove tariffe extra per chi vuole condividere l’account con altre 2 persone ma no, il costo di Netflix non aumenta in Italia (almeno per il momento).

Netflix, prezzi in aumento per account condivisi: quanto costa e per chi

Netflix aumenta il costo degli abbonamenti per chi vuole continuare a condividere la password con altre persone: questa notizia ha fatto il giro del mondo e messo in allarme anche i 4 milioni di utenti in Italia e tutti coloro che guardano Netflix gratis sfruttando l’account di familiari e amici.

È vero che Netflix inizierà a testare nuove tariffe che farà pagare alle persone l’aggiunta di più profili a un account. Lo schema è in fase di sperimentazione in Cile, Costa Rica e Perù, quindi per il momento non interessa l’Europa e l’Italia. Non è chiaro, però, se e quando la novità arriverà anche in altri Paesi.

In una dichiarazione Chengyi Long, direttore dell’innovazione del prodotto di Netflix, ha detto che la società ha sempre reso facile per le persone che vivono insieme la condivisione del proprio account, consentendo di creare profili separati con un unico abbonamento. Ma gli account vengono condivisi tra le famiglie, con un impatto sulla nostra capacità di investire in nuovi film e serie TV per gli abbonati.

In sostanza Netflix chiederà agli abbonati di pagare un extra se condividono il servizio con altre persone al di fuori dalla propria famiglia. La funzione consentirà di aggiungere fino a due account secondari a un costo superiore rispetto a quello di listino.

La nuova opzione verrà lanciata nelle prossime settimane nei mercati del Centro America.

Netflix, costi extra per condividere account: come funziona

Al momento del lancio della nuova funzionalità, gli abbonati Standard e Premium di Netflix in Cile, Costa Rica e Perù avranno la possibilità di aggiungere account secondari al loro account per le persone con cui non convivono. Ogni account secondario avrà il proprio profilo e consigli personalizzati su cosa vedere e cosa potrebbe piacere, ma la differenza è che questi account avranno altre credenziali di accesso rispetto all’account primario.

Netflix potrà identificare se si verifica una condivisione al di fuori del proprio nucleo familiare perché sfrutta indirizzo IP.

Negli anni Netflix ha sempre chiuso un occhio sulla pratica molto diffusa di condivisione dell’account con persone non paganti, ma oggi le cose sono cambiate perché ha registrato una crescita di abbonati e ricavi più bassa. La stretta sulla condivisione delle password è già nell’aria da tempo. Già a fine 2021 si è parlato di un possibile ban per chi avrebbe violato le condizioni di utilizzo del servizio che, forse non tutti lo sanno, non prevede la condivisione delle password al di fuori del nucleo familiare, ossia con persone che non vivono sotto lo stesso tetto. La piattaforma ha introdotto la verifica in due passaggi, un modo sottile per limitare la condivisione delle password.

I nuovi costi

Ora però la mossa di Netflix è più severa. Agli abbonati che condivideranno l’account con altre 2 persone Netflix addebiterà circa $ 2,98 al mese in Cile, $ 2,99 in Costa Rica e circa $ 2,12 in Perù.

Oggi Netflix deve far fronte a una competizione sempre più serrata con altre piattaforme di streaming come Amazon Prime Video e Disney+. In passato Netflix ha mantenuto i suoi prezzi bassi (con tanto di prova gratuita di 1 mese inclusa) per invogliare le persone a iscriversi, ma nel tempo ha aumentato i prezzi. Oggi in Italia Netflix costa 7,99 € al mese per il Piano Base (1 solo account), 12,99 € al mese per il Piano Standard e 17,99 € al mese per il Piano Premium. Questi ultimi due, che consentono di aggiungere altri profili e guardare Netflix su 2 e 4 dispositivi rispettivamente, rispetto al 2021 hanno visto un aumento di 1 euro (Standard) e 2 euro (Premium).

Argomenti

Iscriviti a Money.it