Netflix, arriva stretta su account condivisi? Cosa sta succedendo

Giulia Adonopoulos

28 Dicembre 2021 - 17:38

condividi

Gli utenti preoccupati da un messaggio di avviso sulla piattaforma: Netflix mette una stretta sulla condivisione dell’account? Cosa dicono le condizioni d’uso e cosa potrebbe cambiare.

Netflix, arriva stretta su account condivisi? Cosa sta succedendo

Netflix non è mai stata severa sul fronte condivisione dell’account, optando piuttosto per un aumento dei costi per i piani di abbonamento che consentono di usufruire di vantaggi come visione in contemporanea su 2 e più dispositivi.

Ultimamente, però, sta emergendo la preoccupazione che la piattaforma possa mettere una stretta sugli account condivisi, impendendo di fatto alle persone di avere Netflix gratis usando l’account di amici, conoscenti e familiari. Cerchiamo di capire cosa sta succedendo e di fare chiarezza.

Netflix, stop agli account condivisi?

Secondo alcune fonti, Netflix avrebbe deciso di mettere dei paletti alla pratica di condivisione degli account, e si parla della possibilità di un ban per chi violerà le condizioni di utilizzo. Alcuni utenti di recente avrebbero ricevuto un messaggio con scritto “Se non vivi con il titolare dell’account ti serve un tuo account per continuare a guardare Netflix. È il tuo account? Ti invieremo un codice di verifica”, dopo il quale Netflix invia un codice l’autenticazione a due fattori dell’account via email o via SMS al titolare dell’abbonamento.

Non è la prima volta che si presenta il problema e che si parla di una stretta di Netflix alla pratica di condivisione dell’account. In passato, però, la società aveva confermato l’invio di questi avvisi a molti account spiegando a The Verge che “Questo test è progettato per garantire che le persone che utilizzano account Netflix siano autorizzate a farlo”. Al momento Netflix non ha annunciato piani per rilasciare questa nuova funzionalità di sicurezza a tutti gli utenti, ma non si esclude che possa, in futuro, prendere provvedimenti per impedire di usare account altrui senza pagare l’abbonamento.

La concurrency, che consente di vedere contenuti in contemporanea su più dispositivi, è una questione molto sentita dai giganti dello streaming. Solo per fare un esempio, DAZN di recente ha fatto sapere che un cambiamento sarà possibile in futuro, probabilmente dalla prossima stagione 2022-2023, dal momento che la funzionalità viene sfruttata in modo scorretto dagli utenti.

Netflix: quando si può condividere l’account?

Le condizioni di utilizzo Netflix riportano che “Il servizio Netflix e qualsiasi contenuto accessibile attraverso il servizio non possono essere condivisi con persone al di fuori del tuo nucleo domestico”. Una regola che in pochi, forse nessuno, conoscono.

Al punto 5 “Password e accesso all’account”, inoltre, si legge che:
“L’abbonato che ha creato l’account Netflix e il cui Metodo di pagamento viene addebitato («Titolare dell’Account») è responsabile per ogni attività che si svolge tramite l’account Netflix. Per mantenere il controllo dell’account e impedire a chiunque di accedere all’account (e quindi anche a informazioni sulla cronologia delle visualizzazioni dell’account), il Titolare dell’account dovrà mantenere il controllo dei dispositivi compatibili con Netflix, utilizzati per accedere al servizio, e non dovrà comunicare a nessuno la password o i dettagli del Metodo di pagamento associato all’account. Sarà tua responsabilità aggiornare le informazioni che ci fornisci in merito al tuo account e assicurarti che siano accurate. Avremo la facoltà di chiudere o sospendere il tuo account al fine di proteggere te, Netflix o i nostri partner da furti di identità o altre attività fraudolente”.

Ad oggi sono due i piani che consentono di condividere Netflix con altre persone e guardare film e serie su più dispositivi contemporaneamente: 


  • Piano Standard, che costa 12,99 € al mese e si può vedere su 2 dispositivi contemporaneamente
  • Piano Premium, che costa 17,99 € al mese e permette di vedere e scaricare i contenuti su 4 schermi contemporaneamente

Il Piano Base costa invece 7,99 € al mese, si può vedere su un solo dispositivo e non c’è la visione in HD o Ultra HD.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it