Mps: nuovo esborso di denaro pubblico. Convertite azioni della banca in bond

La Consob comunica che lo Stato ha aumentato la propria quota di partecipazione nel Monte dei Paschi di Siena fino al 68,24%. L’operazione vale 1,5 miliardi di soldi pubblici

Mps: nuovo esborso di denaro pubblico. Convertite azioni della banca in bond

Nuovo esborso di denaro pubblico per salvare Monte dei Paschi di Siena.Lo Stato italiano aumenta infatti la propria quota di partecipazione nella banca senese dal 52,18% al 68,24%, confermando così la sua posizione di azionista di maggioranza. L’operazione è stata la conseguenza dello scambio azioni-bond promosso dalla banca senese. Il nuovo esborso è costato 1,5 miliardi di denaro pubblico, che si sommano ai già 5,4 miliardi spesi durante il primo salvataggio avvenuto l’estate scorsa. La partecipazione dello Stato in Mps sarà provvisoria, spiega il Mef, dunque nel 2021, il capitale dovrebbe tornare nelle casse dello Stato. Apertura positiva a Piazza Affari.

Mps: nuovo esborso di soldi pubblici

Prosegue l’opera di risanamento del Monte dei Paschi di Siena, dopo gli aiuti di Stato pari a 5,4 miliardi di euro elargiti lo scorso agosto, arriva un nuovo esborso di denaro pubblico, pari a 1,5 miliardi di euro.

Negli ultimi giorni il dito è stato puntato contro la Fondazione Monte dei Paschi di Siena. A farlo è stato niente di meno che il capo della vigilanza di Bankitalia Carmelo Barbagallo, in udienza di fronte alla commissione d’inchiesta delle banche in Parlamento. Secondo l’esponente della Banca d’Italia la Fondazione si è indebitata per mantenere il controllo della banca senese, nonostante i disastri susseguitesi dopo l’acquisizione «generosa» della banca Antonveneta.

L’attacco indiretto è rivolto al Partito Democratico, il quale ha governato il Comune di Siena e la Regione Toscana dalla sua nascita. La maggioranza dei vertici della Fondazione sono nominati proprio dalle due istituzioni pubbliche appena citate.

La Fondazione ha dal 2012 perso la quota di maggioranza all’interno del Monte dei Paschi di Siena. In quell’anno la sua partecipazione era scesa al 33,5%, per poi ridursi fino allo 0,10% dopo la ricapitalizzazione statale del 2017.

Le casse del Tesoro non vengono in realtà al momento toccate, trattandosi di uno scambio azioni Mps - bond di tipo senior (dunque l’esborso avverrà alla scadenza di quest’ultimi), in seguito al burden sharing.
Esso consiste nella condivisione degli oneri di cui lo Stato ha bisogno per far partire la propria partecipazione in una banca in crisi. Tutti coloro che in seguito a questa operazione hanno ottenuto una quota azionaria in Mps hanno potuto convertirle in un bond emesso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il tema del Monte deiPaschi è stato molto dibattuto ultimamente sia a causa della partecipazione statale sia a causa delle ombre del passato, tra cui quella della scomparsa dell’ex capo della comunicazione della banca senese Davide Rossi.

Mps: il Tesoro controlla ora il 68,24%

Lo Stato italiano, attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha aumentato la propria leadership all’interno di Mps fino al 68,24%, a comunicarlo è la Consob in una nota ufficiale. Lo scorso agosto il Tesoro aveva infatti rilevato il 52,18% delle azioni di Mps, diventando azionista di maggioranza, dopo l’ok di Bruxelles. Il piano prevedeva il rilancio della banca e l’accantonamento di 26 miliardi di euro di crediti deteriorati attraverso la creazione di una società veicolo. Operazione già partita nei giorni scorsi.

Secondo le disposizioni europee, concordate dal ministro Padoan e la commissaria europea per la concorrenza Margrethe Vestager, l’arco temporale della partecipazione dello Stato italiano in Mps sarà limitato al piano di rientro, dunque fino al 2021. A quel punto lo Stato potrà monetizzare l’«investimento» (se così si può definire) svolto in Mps. Questione che è stata ribadita ancora una volta dal titolare del Tesoro italiano:

L’intervento pubblico nel capitale del Monte dei Paschi è di natura temporanea e il ministero dovrà cedere la partecipazione acquisita entro l’arco temporale di riferimento del piano, quindi entro il 2021

Il titolo di Mps parte positivo in borsa, segnando alle ore 9,40 +1,24%. Le azioni sono scambiate a 4,08€ l’una. Goldman Sachs prevede in un anno un target price di 4,50€, vale a dire un aumento del 10% rispetto al valore corrente.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Monte dei Paschi di Siena

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.