Importante novità in casa Mercedes. Nelle scorse ore infatti la casa automobilistica di Stoccarda ha svelato il suo nuovo Hyperscreen MBUX. Si tratta dello schermo più grande mai visto fino ad oggi in un modello di produzione di serie che troverà spazio in una delle prossime auto elettriche del marchio tedesco. Ci riferiamo naturalmente alla futura ammiraglia Mercedes EQS.

Mercedes presenta il suo nuovo Hyperscreen MBUX

Questo imponente schermo curvo misura 141 cm in larghezza. Per quanto riguarda le specifiche, l’intero sistema è alimentato da otto core CPU e 24 gigabyte di RAM, con Mercedes che afferma che è in grado di allocare 46,4 GB al secondo di larghezza di banda RAM.

Sembra molto, ma quando hai a che fare con interfacce mission-critical insieme alle richieste di una grafica fluida e di contenuti di infotainment, Mercedes non poteva permettersi di concentrarsi sull’hardware dietro la sua interfaccia utente basata su AI.

L’ultimo MBUX Hyperscreen di Mercedes presenta una funzionalità di menu a livello zero in cui le icone di navigazione, radio / media e telefono sono sempre presenti al centro dello schermo. Ciò elimina la necessità di scorrere numerosi menu e sottomenu. Per quanto riguarda l’intelligenza artificiale, la bellezza di Mercedes MBUX Hyperscreen promette di andare oltre ogni immaginazione.

Il nuovo maxi schermo intelligente debutterà nella berlina elettrica Mercedes EQS

Il sistema dovrebbe essere in grado di offrire automaticamente vari suggerimenti contestuali al guidatore, sebbene chi guida l’auto sarà sempre in grado di accettare o rifiutare le proposte di MBUX. Questi «moduli di suggerimento» variano notevolmente per ogni profilo del conducente e il sistema analizza quale modulo è rilevante per il cliente.

La nuovissima berlina elettrica Mercedes EQS debutterà nella primavera del 2021, con le prime consegne che inizieranno in estate.

I tecnici Mercedes hanno predisposto tre strati di vetro, l’ultimo e il più superficiale con uno speciale trattamento ai silicati di alluminio che offre una finitura più accattivante e antigraffio, integrando anche gli ugelli del sistema di ventilazione, le cui turbine emanano illuminate dello schermo stesso, creando una sensazione di fluttuazione del cruscotto.

L’interfaccia è stata progettata per offrire un accesso molto veloce a tutte le applicazioni e funzioni, in modo che quelle più importanti siano a livello 0, identificate secondo uno schema di colori che varia dal blu all’arancio.

L’EQS introdurrà una nuova generazione di sistemi di infotainment di intelligenza artificiale, mettendo al primo posto le funzioni di navigazione, radio, media e telefonia, sulla base dei dati di utilizzo forniti dalla prima generazione del sistema MBUX.