MPS, Deutsche e Nomura nell’occhio del ciclone derivati. Al via le multe

MPS: punite le attività sui derivati che hanno causato i buchi nel bilancio della senese. Multati non solo ex vertici, ma anche Deutsche Bank e Nomura. Il punto.

MPS, Deutsche e Nomura nell'occhio del ciclone derivati. Al via le multe

MPS, Deutsche Bank e Nomura nel mirino della Consob.

Gli istituti sono stati multati con riferimento alla gestione di due derivati, Alexandria e Santorini, successivamente identificati come una delle principali cause dei buchi emersi nel bilancio della senese.
L’autorità di vigilanza ha imposto alle citate MPS, Nomura e Deutsche una sanzione complessiva di 2,3 milioni di euro, proprio perché i citati derivati hanno determinato perdite rilevanti per Rocca Salimbeni.

L’incorretta contabilizzazione delle operazioni ha determinato:

una sovrastima del patrimonio netto, del risultato d’esercizio e del patrimonio di vigilanza nei bilanci al 31 dicembre 2008, 31 dicembre 2009, 31 dicembre 2010 e 31 dicembre 2011,”

si legge nel documento della Consob che non ha mancato di definire la condotta degli ex vertici di MPS come manipolativa.

Le multe agli ex vertici di MPS, Nomura e Deutsche

All’ex presidente Giuseppe Mussari e all’ex dg Antonio Vigni la Consob ha comminato una sanzione di 200.000 euro ciascuno, mentre per l’ex capo dell’Ara Finanza Gian Luca Baldassarri, e per il dirigente all’epoca preposto alla redazione dei documenti societari Daniele Pirondini la multa è stata di €150.000. Da €100.000, poi, la cifra richiesta dalla Consob a Marco Di Santo, ex Responsabile del Servizio Securitization and Capital Management di MPS.

Quest’ultima dovrà ottemperare al pagamento di una sanzione di €700.000 euro per responsabilità oggettiva nella gestione dei derivati, ma dovrà altresì farsi carico delle sanzioni ai suoi ex vertici contro i quali potrà e dovrà poi rivalersi.

Tra i multati, come accennato, anche l’ex ceo di Nomura Sadeq Sayeed, il manager Raffaele Ricci e sei dipendenti di Deutsche Bank (Ivor Scott Dunbar, Michele Faissola, Matteo Vaghi, Marco Veroni, Michele Foresti e Dario Schiraldi). La tedesca, dal canto suo, ha già comunicato l’intenzione di impugnare le sanzioni della Consob per ragioni di natura procedurale.

“La Banca è a conoscenza del fatto che i soggetti colpiti dalla sanzione hanno già provveduto a formulare appello nelle sedi competenti. Anche Deutsche Bank, debitore solidale per il pagamento delle sanzioni, ha impugnato il provvedimento.”

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Banca Monte dei Paschi di Siena

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.