Le lauree migliori per trovare lavoro

Martino Grassi

23/06/2021

30/06/2021 - 12:41

condividi

Quali sono lauree più utili per trovare un impiego? Ecco una guida alla scelta dell’università e ai corsi di laurea più richiesti dal mondo del lavoro.

Le lauree migliori per trovare lavoro

Quali sono le migliori lauree per trovare lavoro? Per molti giovani diplomati la definizione del proprio futuro parte proprio dalla scelta del corso di laurea e dell’università.

Nel momento in cui si sceglie cosa studiare, oltre alle proprie ambizioni e inclinazioni è necessario avere anche un po’ di pragmatismo e controllare quali sono le lauree più richieste e quali hanno maggiori sbocchi lavorativi, in modo tale non rischiare di rimanere per molti anni nel limbo dell’inoccupazione. Vediamo dunque quale laurea conviene prendere per trovare lavoro e fare carriera.

Quale università scegliere per trovare lavoro

Quali sono le università che permettono di trovare facilmente lavoro e guadagnare tanto una volta ottenuta la laurea? È ormai abbastanza risaputo che le migliori opportunità siano rappresentate dalle lauree che generalmente vengono chiamate STEM, ossia quelle riguardanti Science, Technology, Engineering and Mathematics. La conferma arriva anche dall’University Report 2021 dell’Osservatorio Job Pricing secondo cui le migliori università con cui trovare lavoro sono:

  • Scienze biologiche
  • Scienze giuridiche
  • Scienze fisiche
  • Scienze mediche
  • Ingegneria Gestionale

Un altro fattore da tenere in considerazione quando si parla di lauree con cui trovare lavoro più facilmente e che fanno guadagnare di più è la decisione tra università private e pubbliche. Infatti, sebbene le prime abbiano rette molto più alte, offrono anche un ritorno economico superiore del 12% rispetto ad un ateneo pubblico e del 2% rispetto ad un politecnico.

Nello specifico i laureati all’interno di un’università privata arrivano a percepire un RAL di 43.045 €, nei politecnici di 42.369 €, mentre nelle università pubbliche solamente di 38.350 €.

Inoltre delle differenze significative a livello di guadagni post laurea sembrano dipendere anche dall’ateneo scelto per la propria formazione, nello specifico in Italia le migliori università per guadagnare sembrano essere quelle conseguite presso:

  • Università Commerciale Luigi Bocconi
  • Politecnico di Milano
  • LUISS Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Università degli Studi di Siena

Migliori lauree triennali per trovare lavoro

Per trovare un buon lavoro non è necessariamente obbligatorio conseguire anche una laurea magistrale o addirittura un master, spesso infatti può bastare anche una laurea triennale. Stando ai dati forniti da Almalaurea, i neolaureati di alcuni corsi di laurea riescono a trovare facilmente lavoro a distanza di pochi anni.

Secondo il rapporto, le migliori lauree triennali per trovare lavoro sono:

  • Settore scientifico, con un tasso di occupazione a 5 anni del 95,4%;
  • Ingegneria con il 94% delle assunzioni;
  • Discipline mediche o professioni sanitarie (93,1%).

Nelle ultime posizioni della classifica, con i tassi di occupazione più bassi, troviamo invece le lauree legate ai gruppi disciplinari:

  • politico-sociali (82,4%);
  • geo-biologici (79,3%);
  • letterari (75,0%).

Analizzando invece gli stipendi mensili netti medi, le lauree triennali che fruttano di più in busta paga a distanza di 5 anni dal conseguimento del titolo sono quelle in ingegneria (€1.674), del settore scientifico (€1.630) e quelle mediche o delle professioni sanitarie (€1.167). Le lauree triennali con gli stipendi più bassi invece sono quelle in educazione fisica (€1.275), psicologia (€1.163) o quelle legate all’insegnamento (€ 1.065).

Migliori lauree specialistiche per trovare lavoro

Per quanto riguarda le lauree specialistiche o magistrali, quelle che garantiscono un lavoro in tempi più brevi sono:

  • Ingegneria
  • Medicina
  • Professioni sanitarie
  • Architettura

Stando al report di Almalaurea a distanza di 5 anni dal conseguimento del titolo di studio i laureati in queste discipline hanno fatto registrare dei tassi di occupazione maggiore, evidenziando quindi anche una maggiore richiesta dal mercato del lavoro. Nelle ultime posizioni della classifica invece, ben al di sotto dei tassi di occupazione media (pari all’87%), troviamo i laureati in:

  • Psicologia (81,3%)
  • Lettere (80,9%)
  • Discipline legate all’insegnamento (79,9%)

Analizzando invece le prospettive economiche, le lauree magistrali che a distanza di 5 anni garantiscono uno stipendio più alto sono quelle in ingegneria, con uno stipendio mensile netto di circa €1.807, seguite da quelle in materie scientifiche (€1.729) e quelle chimiche farmaceutiche (€1.668). Le lauree magistrali più sfortunate a livello retributivo invece sono quelle in educazione fisica (€1.275), quelle legate all’insegnamento (€1.191) e psicologia (€1.130).

Lauree più richieste dal mondo del lavoro

Nel corso del 2021 e durante i successivi anni, secondo un report di Unioncamere e Anpal sul mercato del lavoro dei prossimi 5 anni, ci sarà una richiesta di quasi 40.000 risorse all’anno laureate nel settore economico e statistico di cui circa 38.500 unità provenienti dall’indirizzo economico e oltre 1.300 unità dall’indirizzo statistico. Anche l’area giuridica vedrà una cospicua richiesta di nuove risorse, tanto che il rapporto stima un fabbisogno annuo di 23.100 persone laureate in giurisprudenza e 16.300 nell’indirizzo politico-sociale.

Al terzo posto vediamo una richiesta di circa 35.000 laureati del settore medico e sanitario. La pandemia di Covid-19 ha infatti reso evidenti alcune mancanze del nostro Paese in questo settore che devono essere colmate. Segue a ruota il fabbisogno di laureati in ingegneria, con una richiesta annua fino a 35.000 unità, e di persone che hanno conseguito un titolo abilitante per l’insegnamento e la formazione. Si stima infatti che in questo ambito siano necessari circa 25.000 laureati ogni anno.

Argomenti

# Laurea
# Lavoro

Iscriviti a Money.it