Il 9 settembre a Modena sarà presentata la nuova Maserati MC20, una super car in edizione limitata che da mesi fa parlare di se nel mondo dei motori. Questo modello di Maserati rappresenterà una sorta di nuovo inizio per la casa automobilistica del Tridente che dopo anni difficili è chiamata a rilanciarsi in grande stile nel segmento premium del mercato auto divenendo la nuova punta di diamante del nascente gruppo Stellantis.

Maserati e Alfa Romeo si aiuteranno a vicenda nei prossimi anni?

Della rinascita di Maserati potrebbe beneficiare anche Alfa Romeo. Basti pensare che già da alcuni mesi si vocifera della possibilità, che sembra al quanto concreta, dell’arrivo nei prossimi anni di una super car in edizione limitata del Biscione che potrebbe derivare proprio dalla nuova Maserati MC20. Le due auto condividerebbero la stessa piattaforma e motori e si distinguerebbero solo per il design.

Questo però potrebbe anche non essere un caso isolato. Infatti si dice che in futuro Maserati e Alfa Romeo potrebbero essere coinvolti in altri progetti. Del resto i due marchi insieme a DS sono gli unici brand premium presenti tra i 14 marchi che caratterizzeranno il futuro gruppo Stellantis. Sono in tanti a pensare tra gli addetti ai lavori che inevitabilmente il futuro numero uno del gruppo automobilistico, l’amministratore delegato Carlos Tavares punterà forte sui due marchi destinati dunque a diventare le punte di diamante della nuova società.

Se il nuovo Maserati D-SUV sta nascendo su base Alfa Romeo Stelvio con molte cose in comune tra i due modelli che saranno prodotti entrambi a Cassino, la stessa cosa potrebbe accadere in futuro con altri modelli, con Maserati che questa volta metterebbe a disposizione le sue tecnologie. Questo potrebbe ad esempio accadere con i futuri E-SUV e ammiraglia di Alfa Romeo di cui da qualche mese a questa parte si è tornati a parlare con una certa insistenza.