L’Italia può uscire dall’Euro? Ragioni di un possibile ritorno alla Lira

icon calendar icon person

L’Italia è il paese che, più di tutti, potrebbe uscire dall’Euro per tornare alla Lira; Business Week ce ne spiega le ragioni.

A sostenere che l’Italia, ancor più che la Grecia, possa lasciare l’Euro è uno studio della banca d’affari America Merrill Lynch, pubblicato proprio nel momento in cui l’ex Primo Ministro, Silvio Berlusconi -dichiaratamente euro-scettico- conferma la sua ricandidatura a leader politico.

Perché l’Italia può uscire dall’euro?

Il rapporto della Merrill Lynch considera l’Italia, al pari dell’Irlanda, come il paese con la maggiore possibilità di successo, in caso di uscita dall’euro. Il rapporto, ne specificano i redattori, non dice che l’Italia uscirà dall’Euro, ma nella classifica dei paesi incentivati a lasciare la moneta unica, l’Italia e l’Irlanda sono in testa.

Cosa accadrebbe?

Come in molti altri paesi che soffrono il giogo dell’Euro, lasciando la valuta unica l’Italia potrebbe beneficiare della sua competitività sul fronte delle esportazioni.

Però, diversamente da quanto accadrebbe in altri paesi problematici, l’Italia potrebbe affrontare un’eventuale uscita grazie al piccolo avanzo primario dello stato - e cioè, smettere di contare gli interessi sui pagamenti.

Tuttavia, la sfida maggiore sarebbe rappresentata dal deficit della bilancia dei pagamenti; vale a dire, l’economia del paese sarebbe costantemente messa alla prova dalla necessità di dover far entrare capitale di valuta straniera per continuare a pagare i suoi debiti.

La crescita del settore delle esportazioni, infatti, è solo uno degli aspetti che può essere considerato come motore portante dell’economia.

I tassi di interesse scenderebbero, perché?

La parte più controversa dell’analisi è quella che riguarda l’andamento dei tassi di interesse che, nel caso dei un "exitaly", comincerebbero a scendere. Infatti, secondo il rapporto della banca americana, la capacità di stampare autonomamente valuta - la nuova Lira, tornerebbe a rassicurare i mercati riguardo alla possibilità di un imminente default.

Gli analisti della Merrill Lynch, inoltre, sostengono che l’Italia potrebbe beneficiare della ridenominazione del debito nei termini della valuta locale, sebbene svalutata. Facendo così, l’Italia non sarebbe «immediatamente portata al default», perché -dicono gli autori- le leggi locali che regolano buona parte delle assicurazioni sul debito sovrano, danno la possibilità al governo di ristrutturare le obbligazioni senza necessariamente dover minacciare il default.

La Germania convincerà l’Italia a rimanere nell’Euro?

Se l’Italia ha poche ragioni per voler rimanere nell’Euro, la Germania sarà in grado di convincerla a rimanere?L’economia della Germania, infatti, risentirebbe non poco di un’eventuale dipartita dell’Italia dall’Euro.

Gli analisti della Merrill Lynch rispondono alla domanda applicando la «teoria dei giochi»; il metodo matematico per analizzare le situazioni di conflitto in cui vengono prese decisioni individuali, in contesti di interazione fra più soggetti che, alla fine, subiranno le conseguenze delle decisioni stesse. Insomma, il modello di genialità elaborato da John von Neumann e John Nash (“A Beautiful Mind”).

Applicando la teoria dei giochi, gli studiosi sostengono che neanche se la Germania fosse disposta a sborsare una «mazzetta», l’Italia sarebbe incentivata in qualche modo a rimanere nell’Euro.
Sapendo anche che la Germania non sarebbe mai disposta a «corrompere» e pagare in prima persona. Perché a la Germania non piace sprecare soldi.

Italia: dentro o fuori?

Dunque, la loro conclusione è che: «l’Italia ha maggior numero di buone ragioni della Grecia, per lasciare volontariamente la zona euro. Secondo noi, per la Germania sarebbe più dispendioso continuare a mantenerla nella moneta unica. Questo significa che l’Italia potrebbe essere ancor più riluttante della Grecia nel dover accettare condizioni ancora più dure, per poter continuare a rimanere nella moneta unica».

Se tutto questo fosse vero, la zona Euro potrebbe disfarsi molto prima e molto più violentemente di quanto nessuno si aspetti.

Traduzione per Forexinfo.it a cura di Federica Agostini - Fonte: Business Week

Chiudi X