L’ISEE è salito: il reddito di cittadinanza diminuisce?

L’ISEE 2020 è salito con l’ultimo aggiornamento: il reddito di cittadinanza diminuisce? Una domanda a cui rispondiamo per molti beneficiari che hanno presentato la nuova DSU a gennaio.

L'ISEE è salito: il reddito di cittadinanza diminuisce?

L’ISEE è salito e il reddito di cittadinanza diminuisce? Una domanda che molti beneficiari del reddito di cittadinanza con buona probabilità si stanno facendo.

Gennaio è stato il mese dell’aggiornamento dell’ISEE per continuare a percepire il beneficio. Chi non ha provveduto all’aggiornamento entro il 31 gennaio 2020 si vedrà sospeso il reddito di cittadinanza a febbraio. Abbiamo già parlato della sospensione e della sua durata.

Adesso dobbiamo cercare di capire per chi ha già aggiornato l’ISEE e per chi si appresta a farlo a febbraio ai fini della riattivazione del beneficio, cosa accade all’importo del reddito di cittadinanza. SE l’ISEE risulta maggiore rispetto all’anno precedente l’importo può diminuire, ma non è sempre così. Vediamo perché.

ISEE salito: il reddito di cittadinanza diminuisce, ma non per tutti

L’ISEE 2020 è salito a gennaio o rischia di salire nell’aggiornamento di febbraio che è previsto per i ritardatari. L’importo diminuisce? La risposta come abbiamo anticipato è , ma non per tutti. Ora vi spieghiamo perché anche a fronte di un ISEE maggiore non in tutti i casi è necessario preoccuparsi.

Come abbiamo detto la DSU aggiornata ai fini ISEE 2020 andava presentata entro il 31 gennaio 2020 per il reddito di cittadinanza e altre prestazioni a sostegno del reddito familiare. L’INPS deve controllare infatti se vi sono state variazioni al patrimonio mobiliare, immobiliare e reddituale per poter continuare a erogare o meno i sussidi.

Chi ha aggiornato l’ISEE 2020 deve presentare la dichiarazione dei redditi 2019, ma anche documentazione al 31 dicembre 2018 in riferimento al patrimonio mobiliare e immobiliare come anche l’estratto conto della giacenza media annuale del conto corrente bancario e postale.

Molti di coloro che hanno aggiornato l’ISEE e hanno notato un aumento rispetto all’anno precedente temono una diminuzione del reddito di cittadinanza. In linea generale dovrebbe essere così, ma per alcuni il discorso è differente.

Come ha anche tranquillizzato l’INPS dalla pagina Facebook INPS per la famiglia, il reddito di cittadinanza non diminuisce nel 2020 se l’ISEE del beneficiario è aumentato per il REI. Ma andiamo per gradi.

Il REI (Reddito di Inclusione) non può essere più richiesto dal 1° marzo del 2019, da quando pensione e reddito di cittadinanza sono state attivate. Chi ha fatto domanda entro il 28 febbraio del 2019 ha continuato a percepire il Rei fino alla scadenza naturale (18 mesi) oppure ha deciso di fare domanda a partire dal 1° marzo 2019 per la pensione o il reddito di cittadinanza che se accolto ha determinato la decadenza del primo sussidio sempre predisposto per il sostegno alle famiglie in difficoltà.

Se è il REI percepito nel 2018 prima del reddito di cittadinanza a far aumentare l’ISEE 2020 i beneficiari non dovranno preoccuparsi perché non vi sarà alcuna diminuzione nell’importo della prestazione economica.

L’ISEE sarà considerato al netto del REI e se in questa condizione l’importo è identico all’anno precedente il reddito di cittadinanza sarà il medesimo.
L’INPS infatti sulla pagina Facebook ha specificato che

“REI (e altre prestazioni assistenziali) fanno reddito a fini ISEE (motivo per cui l’importo è più alto n.d.r.). Vengono valutate diversamente ai fini del reddito di cittadinanza”.

Quando diminuisce il reddito di cittadinanza con aumento ISEE

Il reddito di cittadinanza diminuisce, al netto dei sostegni economici ricevuti ed erogato sempre dall’INPS come la REI, qualora l’ISEE 2020 risulti maggiore. L’importo del reddito di cittadinanza può anche aumentare qualora la situazione con il nuovo ISEE, al netto dei sussidi, risulti peggiorata. Può accadere infatti:

  • che il nuovo ISEE fotografi una situazione patrimoniale e reddituale del 2018 e 2019 di maggiore svantaggio economico rispetto a quello precedente (anno 2017 e 2018). In questo caso l’importo del reddito di cittadinanza può aumentare;
  • che l’ISEE 2020 risulti maggiore e così l’importo del reddito di cittadinanza può diminuire.

Il reddito di cittadinanza può anche decadere qualora l’ISEE 2020 superi i 9.360 euro. Il RDC in ogni caso decade quando si supera la soglia reddituale prevista dal decreto 4/2019 vale a dire 6.000 euro più i 3.360 euro per l’affitto moltiplicato per la scala di equivalenza che tiene conto del numero dei componenti del nucleo familiare.

Il reddito di cittadinanza decade per esempio se uno dei componenti del nucleo familiare che percepisce il beneficio trova un lavoro superando la soglia sopra indicata.

Il reddito di cittadinanza poi decade in caso di illeciti, lavoro nero, ma anche dichiarazioni mendaci e omissioni in fase dei presentazione all’INPS della domanda per ottenere la prestazione. Per questi casi sono previste sanzioni e anche il carcere.

La Guardia di Finanza proprio per scongiurare gli illeciti ha avviato nuove operazioni di controllo per i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

2 commenti

foto profilo

SolitaryNAT • 1 mese fa

Il sito del reddito di cittadinanza è da 3 giorni non disponibile per verificare l’accredito di soldi. Entrando sul sito del INPS vedo che l’importo dai 736 euro è sceso a 619.17 euro. Hanno abbassato di ben 16% l’importo . Anche se è stato fatto tutto, dalla disponibilità di firmare il patto di lavoro, frequentare i corsi di formazione, consegna Isee (nel patronato hanno detto che gli importi sono dell’anno scorso) in tempo. Consumavo i 736 fino ad avere sul conto 0.0 euro.

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 1 mese fa

Per le truffe sulle bollette di energia elettrica e quindi sul falso canone rai chi controlla o chi ha controllato? Dal 2016 sono lievitate le anomalie.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.