Jobs Act e ammortizzatori sociali: novità su sussidio unico universale e cassa integrazione

Valentina Pennacchio

19 Settembre 2014 - 10:30

condividi

Il Jobs Act è in fase di approvazione al Senato. Tra le proposte in attesa di convalida la riforma degli ammortizzatori sociali: ecco tutte le novità.

Il Jobs Act è in fase di approvazione al Senato. Dopo esserci occupati della delicata questione legata all’articolo 18, affrontiamo quella legata agli ammortizzatori sociali. Cosa prevede il Jobs Act a riguardo?

Viene confermato un sussidio di disoccupazione universale: l’Aspi, istituita dalla Riforma Fornero, verrebbe così applicata anche ai lavoratori precari e assunti con contratto flessibile (co.co.co e co.pro.).

Quale sarebbe la durata del sussidio? Dipenderà dall’anzianità di carriera.

Jobs Act e cassa integrazione: le novità

In attesa dei decreti attuativi, ci sono diverse novità anche per quanto riguarda la cassa integrazione, che tornerebbe ad essere un ammortizzatore sociale per le fasi di crisi e diminuzione della produzione aziendale. L’accesso sarebbe subordinato all’espletamento di tutte le altre procedure di riduzione dell’orario di lavoro, come ad esempio i contratti di solidarietà a salvaguardia dell’occupazione.

Tra le novità più importanti l’impossibilità di usufruire della casa integrazione per le imprese che hanno ceduto un ramo d’azienda o cessato l’attività.

Per le aziende che non possono accedere alla cassa integrazione sarebbero previsti i Fondi di solidarietà, previsti dalla Riforma Fornero, ma mai entrati in essere.

Iscriviti a Money.it