Art. 18: cosa cambia con Renzi? Le novità sul contratto a tutele crescenti

Ancora aperto il dibattito sull’articolo 18. Cosa cambia con Renzi? Ecco tutte le ultime novità sul Jobs Act.

Continua a tenere banco la questione legata all’art. 18. Qual è il punto della situazione? L’’approvazione del Jobs Act potrebbe aprire la strada alle assunzioni a tempo indeterminato, ma senza tutele, quelle previste proprio dall’articolo 18.

Cosa prevede l’art. 18? Prima della Riforma Fornero, grazie all’art. 18, un lavoratore licenziato ingiustamente aveva diritto al reintegro (deciso da ordinanza del giudice). Dal 2012, con l’entrata in vigore della riforma, quest’obbligo è stato abolito per i licenziamenti ingiusti dovuti a questioni economiche, per cui viene concesso solo un risarcimento.

In sintesi l’obbligo di reintegro resta in essere per i licenziamenti discriminatori, mentre per quelli disciplinari (scarso rendimento) è il giudice a decidere circa il reintegro (per maggiori dettagli sui licenziamenti leggi i nostri approfondimenti) . Cosa cambia con Renzi?

Art. 18: le novità del Jobs Act

Le novità sull’art. 18 sono contenute in un emendamento che prevede l’assunzione per i giovani al primo impiego o per i disoccupati tramite il contratto a tutele crescenti. Di che si tratta?

Un contratto a tempo indeterminato senza le tutele dell’art. 18 (reintegro) in caso di licenziamento ingiusto. Sarà possibile ricevere, nel caso il giudice si pronunci a favore del dipendente, solo un’indennità proporzionale agli anni di anzianità di servizio.

Il contratto non verrà introdotto in via sperimentale, ma sarà la porta d’accesso nel mercato del lavoro per tanti giovani, disoccupati e non. Lo scontro si accende.

Quanto durerà la sospensione della tutela? Se inizialmente si era parlato di un periodo pari a 3 anni, oggi la questione, al centro dello scontro tra PD e NC (Nuovo Centrodestra), sembra più confusa. Il nodo sarà sciolto con i decreti delegati che scatteranno dopo il via libera del Parlamento alla delega.

Tra le altre novità allo studio:

  • revisione delle forme contrattuali;
  • salario minimo per i co.co.co;
  • flessibilità nelle mansioni;
  • maternità anche per le lavoratrici con Partita IVA.

Nei prossimi giorni vedremo se e come una storica conquista diventerà polvere.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Argomenti:

Jobs Act Assunzioni

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.