Arrivano buone notizie per Jeep. La casa automobilistica americana che fa parte del gruppo Fiat Chrysler ottiene un ottimo risultato in Europa a Novembre.

Nonostante il calo delle vendite complessive di auto nel vecchio continente che fanno segnare -12 per cento rispetto allo scorso anno, il marchio americano è riuscita a far aumentare di molto le proprie immatricolazioni.

Jeep ottiene una crescita record a novembre nonostante il calo del mercato e di FCA

Tra l’altro ciò avviene in un mese in cui invece il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha perso il 4 per cento rispetto al mese di novembre del 2019. Dunque si tratta indubbiamente di un risultato controcorrente per Jeep.

La casa americana il mese scorso in Europa ha registrato la vendita di 13.440 unità con una crescita di oltre il 15 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Ottimi risultati arrivano da Jeep Renegade e Compass che si confermano due dei modelli più venduti nel nostro continente nei rispettivi segmenti di mercato. Il debutto delle versioni ibride ha sicuramente aiutato i due SUV nel raggiungimento di questo exploit.

Nel 2020 però il marchio americano ha visto diminuire le proprie vendite in Europa

Grazie a questo risultato la quota di mercato di Jeep in Europa è dell’1,3 per cento. Se invece andiamo a guardare al 2020 nel suo insieme, le cose per il brand statunitense sono andate in maniera diametralmente opposta. Il marchio infatti ha perso il 29 per cento rispetto ai primi 11 mesi dello scorso anno con circa 110 mila immatricolazioni in Europa.

Con questo risultato fino ad ora nel 2020 la quota di mercato di Jeep nel vecchio continente è pari all’1 per cento. In ogni caso facendo un confronto con gli altri marchi di Fiat Chrysler Automobiles, a novembre Jeep è quello che si comporta meglio.