Jack Ma, per Alibaba la peggiore perdita finanziaria di sempre (nell’ultimo anno)

Riccardo Lozzi

28 Ottobre 2021 - 14:14

condividi

Nei 12 mesi successivi al discorso in cui Jack Ma ha criticato il Governo cinese, Alibaba ha subito la peggiore perdita finanziaria di sempre con un calo record di 373 miliardi di dollari.

Jack Ma, per Alibaba la peggiore perdita finanziaria di sempre (nell'ultimo anno)

Alibaba, la società di Jack Ma tra le più importanti al mondo nel settore dell’e-commerce, ha subito nell’ultimo anno la più grave perdita finanziaria di sempre per un’azienda quotata.

Il calo record, osservato nei 12 mesi successivi al discorso del 24 ottobre del 2020 in cui il tycoon cinese criticava apertamente il Governo di Pechino, si aggira intorno alla cifra di 373 miliardi di dollari.

Nei giorni precedenti alla data dell’intervento di Ma, la capitalizzazione di mercato di Alibaba era infatti di 850 miliardi di dollari, mentre ora questa si attesta sui 477 miliardi di dollari, con una perdita di oltre il 45% del suo valore in un solo anno. Contestualmente il prezzo delle singole azioni è passato da 306,87 dollari dell’ottobre 2020, al costo attuale di 169 dollari.

Un calo che interessa anche le finanze personali di Jack Ma, con il patrimonio dell’imprenditore che, come stimato da Bloomberg, si è ridotto da 60,3 miliardi a 46,1 miliardi di dollari. Una cifra che gli permette comunque di occupare il 30esimo posto nella classifica dei più ricchi del mondo.

Nell’ultimo anno Alibaba ha subito la peggiore perdita finanziaria di sempre

Questi dati confermano come il fondatore di Alibaba stia pagando a carissimo prezzo i suoi dissidi con la Repubblica Popolare cinese.

D’altronde, già nel novembre 2020, si era assistito, come effetto immediato, alla sospensione dell’IPO del colosso fintech Ant Group, la quale, con una previsione di 34,5 miliardi di dollari, sarebbe dovuta essere la più grande della storia.

Inoltre, nei primi mesi del 2021, Jack Ma è stato protagonista di diverse indagini da parte dell’Antitrust del Dragone, che lo avevano costretto lo scorso maggio a pagare una maxi-multa da 2,8 miliardi di dollari, oltre a obbligarlo a cedere importanti quote del suo impero mediatico.

A far scivolare il titolo in borsa sarebbero state le inquietudini da parte degli investitori sul futuro personale dello stesso Ma, il quale in questo lasso di tempo è sparito misteriosamente dai radar in varie occasioni, per poi riapparire pubblicamente a distanza di diversi mesi.

Il duro scontro tra Jack Ma e il Governo cinese

Una settimana fa, il miliardario era stato avvistato fuori dai confini della Cina, per la prima volta dal suo scontro con i vertici della Repubblica Popolare, per un tour in Spagna riguardante le tecnologie applicate all’ambiente e all’agricoltura.

La sortita ha provocato un rally delle azioni della sua holding, portandole a un guadagno del 6,6%, salvo poi, nelle ore successive, tornare a calare nuovamente.

La prova di forza attuata da Xi Jinping è quindi riuscita a limitare la forza economica di Jack Ma, il quale al momento appare in una situazione di debolezza nei confronti del regime.

A questo punto, Pechino, secondo alcuni osservatori, dopo aver mostrato di tenere sotto controllo anche un simile colosso economico, potrebbe decidere di allentare la stretta su Alibaba e le altre società di Jack Ma.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.