Guerra nucleare: in quanto tempo l’Iran avrà armi atomiche? Bastano pochi mesi

Violetta Silvestri

28 Agosto 2021 - 11:31

condividi

L’ossessione guerra nucleare non si placa in Israele, che continua a vedere l’Iran come una minaccia imminente: in quanto tempo Teheran potrebbe sviluppare armi atomiche?

Guerra nucleare: in quanto tempo l'Iran avrà armi atomiche? Bastano pochi mesi

Guerra nucleare e Iran sono stati gli argomenti in primo piano nell’incontro tra Biden e il primo ministro di Israele Bennet.

Un vertice strategico, che arriva in un momento topico: il caos afghano potrebbe liberare mine esplosive in tutta la regione, coinvolgendo anche la Repubblica Islamica e rafforzando la sua sete di potere nell’area.

Gli USA, da parte loro, sono rimasti impantanati nel tragico ritiro dall’Afghanistan e non intendono mettersi a capo di nuove campagne nella zona.

L’approccio di Biden verso l’Iran e le sue mire atomiche resta diplomatico. Pur confermando che mai Teheran avrà una sua bomba nucleare, Israele spinge per posizioni più intransigenti.

Ma cosa è cambiato dagli accordi voluti da Obama, abbandonati da Trump, fino ad aggi? La tabella di marcia per costruire un arsenale atomico si è velocizzata in Iran. Una stima ci dice di quanto.

Una guerra nucleare - fatta anche solo di minacce - è possibile?

Ossessione Iran e nucleare: Israele in allarme

L’Iran e il suo programma nucleare restano in cima alle urgenze strategiche di Israele. Lo ha ribadito proprio il premier Bennet a Biden, nel loro primo incontro alla Casa Bianca.

Il piano israeliano non è cambiato negli anni: combattere contro Teheran e la sua ambizione nucleare, considerata aggressiva nella regione e una minaccia diretta a Israele.

Ora che gli USA hanno lasciato nel caos e nella violenza talebana l’Afghanistan, il quadro regionale potrebbe aggravarsi ancora di più, spingendo gli iraniani a velocizzare le proprie ambizioni difensive e di potenza (da leggere come costruzioni di armi atomiche).

Gli USA di Biden hanno sposato un approccio diplomatico, ben diverso da quello di Trump, pur restano fermamente convinti della necessità di fermare a ogni costo l’Iran nei suoi piani atomici.

Israele appare agguerrita più che mai contro la minaccia nucleare della Repubblica Islamica, in una continuità politica tra Bennet e Netanyahu. Ma cosa è cambiato nelle capacità iraniane di avere armi nucleari? Una stima aiuta a capire.

In Iran bomba atomica in 3 mesi?

Una stima elaborata da Ispi aiuta a capire cosa davvero è cambiato negli anni in Iran sulla capacità di detenere un arsenale atomico.

I tempi sono solo un calcolo non attendibile in modo preciso e ricalcano la politica USA portata avanti da diversi presidenti.

Secondo dati elaborati da Center for Arm Control and Non-Proliferation, per costruire una bomba nucleare oggi l’Iran potrebbe impiegare 3 mesi. Il tempo corrisponde al momento in cui gli USA sono usciti dall’accordo.

Prima dell’intesa ci volevano 2-3 mesi e durante le fasi dell’accordo sono stati calcolati più di 12 mesi.

E sul fronte arricchimento uranio? Prima dell’accordo Teheran aveva 11.000 kg arricchiti fino al 20%; durante le negoziazioni 300 kg arricchiti al 3,67% e con l’uscita USA dall’intesa circa 3.000 kg al 20%.

Lo stallo nella ripresa del dialogo USA-Iran e la salita al potere di un Governo conservatore a Teheran non aiuta l’allerta nucleare.

Iscriviti a Money.it