Green pass, in Sicilia nuovi obblighi e restrizioni: cosa cambia

Giorgia Bonamoneta

13/08/2021

13/08/2021 - 22:47

condividi

Nello Musumeci firma la stretta che dovrebbe permettere alla Regione Sicilia di uscire dalla zona di rischio della zona gialla. Il 13 agosto si sono registrati 1.000 casi di positività e 13 morti.

Green pass, in Sicilia nuovi obblighi e restrizioni: cosa cambia

Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, ha firmato la stretta anti-Covid per cercare di contrastare i crescenti numeri di positivi sul territorio.

A oggi le terapia intensive sono a un passo dal 10%, mentre nei reparti ordinari siamo appena sotto al 15%: percentuali che se superate segnerebbero l’ingresso dell’isola nella zona gialla. Inoltre da sola la Sicilia ha fatto contare oltre 1.000 contagi, rispetto ai 7.409 di tutta Italia. Anche il numero dei morti è significativo: su 45 persone, 13 sono le morti accertate sull’isola.

Con questi dati alla mano il presidente della Regione ha voluto dare una stretta alle regole per il green pass per far abbassare i contagi e far scendere il numero di letti occupati nelle terapie intensive.

Stretta anti-Covid: cosa cambia in Sicilia

Sono due giorni consecutivi che in Sicilia si registrano oltre 1.000 casi di positività. Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, ha commentato la crescita di contagi in riferimento al maggior numero di turisti nell’isola e alla mobilità interna.

In questo contesto Musumeci ha firmato un’ordinanza che rende più stringenti le attuali norme di sicurezza imposte a livello nazionale. “Questa ordinanza - spiega Nello Musumeci - individua adeguate misure di protezione per la limitazione del contagio e per favorire una sempre maggiore vaccinazione tra tutti i cittadini”.

Vediamo la lista di tutto quello che l’ordinanza ha approvato e cosa cambia:

  • Censimento dei no-vax, per permettere il contatto individuale da parte dei medici di famiglia;
  • Istituzione punti di vaccinazione fissi nei comuni con una percentuale di immunizzati inferiore al 60%, per raggiungere il target del 70% di vaccinati in ogni comune;
  • Mascherina obbligatoria all’aperto in luoghi affollati e nei luoghi turistici;
  • Green pass obbligatorio per entrare negli uffici pubblici;
  • Obbligo di green pass per le mense delle forze armate e le forze di polizia;
  • Divieti per falò in spiaggia e assembramenti per il week-end di Ferragosto, previste ordinanze dei sindaci;
  • Test anticovid per il rientro o l’arrivo dagli Stati Uniti, in aggiunta a Malta, Portogallo, Spagna, Francia, Grecia e Paesi Bassi precedentemente disposti;
  • Green pass obbligatorio per matrimoni, feste di compleanno e celebrazione di lauree.

A preoccupare il presidente della Regione sono ovviamente le terapie intensive, che in questo momento sono occupate per il 90% da persone non ancora vaccinate. Per questo gran parte degli sforzi della nuova stretta sono indirizzati a convincere gli indecisi. “Serve un maggiore senso di responsabilità”, ha detto Musumeci.

Aumento dei contagi, delle terapie intensive e dei morti: Sicilia rischio zona gialla?

Il bollettino del 12 agosto segnava 1.134 contagi, quello di oggi rimane sopra i mille, con 1.101 positivi e 13 morti. Dati simili non si presentavano nella Regione da maggio scorso. L’aumento dei contagi, influenzato dalla ricca mobilità turistica di questo periodo dell’anno, è accompagnato da un altrettanto pericoloso segnale: le terapie intensive.

Come annunciato in conferenza stampa da Roberto Speranza e Mario Draghi, i nuovi paramenti per il cambio di colorazione delle Regioni più a rischio si calcola in base al numero dei posti occupati in terapia intensiva e area non critica.

Ancora oggi la Sicilia si trova a rischio zona gialla per via dei dati delle terapie intensive e dei reparti ordinari; dati che negli ultimi 4 giorni sono peggiorati ulteriormente. Oggi (13 agosto) il portale Agenas ha registrato nell’isola un’occupazione dei posti letti in terapia intensiva pari al 9% (+1%); mentre per l’area non critica il dato è del 14%. In entrambi i casi manca un punto percentuale al cambio di colorazione in zona gialla.

Anche l’incidenza per 100.000 abitanti è alta, ma in calo rispetto alla scorsa settimana.

  • settimana 02/08/2021 - 08/08/2021 incidenza 104,55
  • settimana 09/08/2021 - 13/08/2021 incidenza 99,97

Iscriviti a Money.it