Google Yeti: la nuova console che vuole sfidare PS5 e Xbox Scarlett?

Google starebbe progettando una console per un ingresso in pompa magna nel mercato videoludico. Ecco cos’è il progetto Yeti e cosa potrebbe offrire.

Google Yeti: la nuova console che vuole sfidare PS5 e Xbox Scarlett?

Google potrebbe aprirsi ai videogiochi: questa l’indiscrezione più discussa degli ultimi giorni nel mondo del gaming.
Big G starebbe infatti progettando, secondo i rumors diffusi da Kotaku, una nuova console dal nome in codice Project Yeti in grado di conquistarsi una fetta del mercato videoludico.

Si tratterebbe di una manovra importante, visto che la concorrenza non è molta: sulla piazza ci sono solo Sony, Microsoft e, in misura più piccola, Nintendo. Non sono poche le aziende che hanno provato a ritagliarsi uno spazio tra questi giganti e stavolta, visto l’enorme potere d’acquisto e la fama dell’azienda di Mountain View, potrebbe essere l’occasione giusta.

Non mancano comunque i dubbi, anche se le informazioni sembrerebbero provenire da fonti attendibili. Per ora le indiscrezioni riguardano principalmente possibili acquisizioni, una piattaforma streaming e un eventuale nuovo hardware per far guerra a PlayStation 5 e Xbox Two.

Google: tutte le notizie su Yeti

Non sarebbe strano vedere Google fare la sua entrata nel mondo dei videogame: c’erano già state indiscrezioni su un interessamento verso Twitch prima che arrivasse Amazon. Bisogna inoltre ricordare che il colosso americano ha già mosso qualche passo nell’ambiente, soprattutto con il boom di Pokémon Go (che dall’ultimo aggiornamento permette anche gli scambi tra Allenatori).

Sembra però dai rumors che ora i tempi siano maturi per lanciare un nuovo servizio sul mercato. Si parla infatti di un progetto Yeti, pensato per creare una piattaforma di gioco in streaming.

Si tratterebbe quindi di un servizio che non necessita di dischi fisici e che possa diffondersi in modo più capillare anche grazie a tutte le altre utilità già proposte da Big G (che ricordiamo possedere anche Youtube).

Sarebbero già iniziati anche gli accordi con gli sviluppatori: Kotaku riferisce infatti di incontri avvenuti durante l’ultimo E3. Un passo importante sarà ottenere la licenza dei giochi, possibilmente in esclusiva, un obiettivo che Google pare voglia ottenere anche acquisendo altre aziende.

Non ci sono informazioni riguardo l’hardware che dovrebbe supportare questi giochi, ma le indiscrezioni suggeriscono che in qualche modo sarà legato a un servizio in streaming.

Sarebbe difficile creare una console con caratteristiche tecniche paragonabili a PlayStation e Xbox, ma forse Google si potrebbe orientare su un supporto più economico della concorrenza, puntando tutto sulla parte online, dove può già muoversi senza rivali.

I dubbi su Google Yeti

Esiste comunque la possibilità, anche se questi rumors fossero confermati, che Google abbandoni il progetto: non sarebbe la prima volta che l’azienda inizia a lavorare su qualcosa per poi decidere di passare ad altro. Pur trattandosi di una compagnia così grande, inoltre, non sarà facile convincere i videogiocatori a supportare la propria piattaforma: Amazon ha investito molto nel comparto gaming negli ultimi quattro anni, ma non è ancora riuscita a fidelizzare gli utenti e avrebbe bisogno di qualche gioco di una certa rilevanza, che servirebbe anche all’azienda di Mountain View nel caso proseguisse nel suo progetto.

Certo è che l’ingresso di Google nel mercato potrebbe mettere in difficoltà anche Microsoft e Sony, visto il suo peso e la capacità di espandersi sempre in nuovi settori, come lo streaming musicale e i router per la connessione a internet.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Google

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.