Forex, EUR/USD supera 1,15$: il mix è esplosivo tra fallimenti di Trump e meeting BCE

Forex, EUR/USD: la spinta rialzista seguita al fallimento della riforma sanitaria di Trump hanno portato la quotazione sopra gli 1,15$. Il rally può continuare in vista del meeting BCE? Ecco i livelli da monitorare.

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/USD sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Il cambio EUR/USD è volato oltre la soglia degli 1,15$ durante la sessione asiatica, segnando un nuovo massimo annuale a quota 1,1538, il livello più elevato da maggio 2016.

La forte accelerazione al rialzo è stata sostenuta dalle notizie provenienti da oltreoceano dove la tanto attesa riforma sanitaria del presidente americano, Donald Trump, ha subito un’altra battuta d’arresto incontrando l’opposizione di alcuni membri del Gop al testo proposto al Senato.
Immediata la reazione del dollaro USA che è crollato in scia alle preoccupazioni che Trump non riesca a portare a compimento le riforme fiscali proposte in campagna elettorale.
D’altra parte l’attesa per il meeting della BCE sta alimentando la fase positiva dell’euro.
Il rally della quotazione del cambio EUR/USD può continuare?

Forex, EUR/USD: possiamo fidarci del rialzo?

Il fallimento della riforma fiscale di Trump, volta ad abolire l’Obamacare, ed i conseguenti timori sui tempi di realizzazione delle riforme fiscali hanno alimentato un vero e proprio sell-off sul dollaro americano.
Che il Trump trade sia giunto alla fine non è una notizia nuova ai mercati che già da tempo hanno cancellato i guadagni seguiti all’euforia post elezione di Trump alla Casa Bianca.
Il dollar index, che misura il valore del greenback contro un paniere di sei valute principali, ha raggiunto i minimi da dieci mesi dopo che la riforma sanitaria di Trump è stata, ancora una volta, respinta dal Senato degli Stati Uniti.
La questione non è di poco conto in quanto incentiva ulteriormente la debolezza del dollaro USA che non sta di certo passando un buon periodo dopo che i deludenti dati macro hanno spento le aspettative per un rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed entro la fine dell’anno.

Nel corso della sessione odierna, la fase rialzista del cambio EUR/USD potrebbe continuare, in vista del meeting della BCE, in programma il prossimo giovedì, da cui gli investitori aspettano ulteriori indicazioni circa l’inizio di un processo di tapering.
Il principale rischio per la continuazione del rally del cambio EUR/USD resta il meeting della BCE.
Qualora Draghi, nella consueta conferenza stampa che segue la decisione sui tassi, dovesse mostrarsi più dovish del previsto, il cambio EUR/USD potrebbe intraprendere una correzione ribassista più ampia verso il test del supporto in area 1,13.

Forex, EUR/USD: i livelli chiave da monitorare per la continuazione del rally
Dal punto di vista tecnico, la rottura rialzista del livello a quota 1,15 non è ancora stata confermata. Occorrerà attendere la chiusura della sessione odierna per capire se il rally può continuare verso il successivo livello di resistenza a quota 1,1616 (massimo del 3 maggio 2016).
La falsa rottura del livello di supporto a quota 1,15 farebbe invece presumere un ritorno della quotazione verso il supporto in area 1,1428.

Cambio EUR/USD, grafico daily

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.