Fondi: Blackrock pronto ad acquistare il 10% di Eurizon

Il Financial Times riferisce di trattative in corso tra gli americani e la società di risparmio gestito di proprietà di Intesa San Paolo per la cessione di una quota di minoranza di Eurozin.

Fondi: Blackrock pronto ad acquistare il 10% di Eurizon

La crisi politica degli ultimi mesi ne aveva rallentato l’iter, ma ora le trattative tra Blackrock ed Eurizon starebbero andando avanti.

Il colosso americano del risparmio gestito sarebbe interessato ad acquisire una quota di minoranza dell’asset manager italiano di proprietà di Intesa Sanpaolo.

A rivelare la notizia, oggi, è il Financial Times , secondo cui al centro del dialogo avviato da mesi tra le parti, ci sarebbe una partecipazione del 10% della società che gestisce i risparmi degli italiani.

Al momento, la circostanza non è stata confermata ufficialmente né da Blackrock né da Eurizon.

Blackrock punta a Eurizon

Il Ceo di Eurizon, Tommaso Corcos, non ha mai nascosto la volontà di voler vendere una quota di minoranza della società. Secondo il prestigioso quotidiano, sarebbe disposto a cedere fino al 20%.

Di trattative in corso con grandi asset manager internazionali si parlava già da qualche mese e oggi tutto sembrerebbe portare a Blackrock.

Il colosso americano detiene già il 5% delle azione di Intesa San Paolo e se l’accordo con i vertici del secondo asset manager italiano di proprietà della banca andasse in porto, conquisterebbe anche il 10% di Eurizon.

L’operazione rientrerebbe nella strategia espansiva di Blackrock, deciso a rafforzare la sua presenza sia in Italia che in Europa.

La più grande società di investimento nel mondo con sede a New York gestisce a livello globale asset per circa 6.300 miliardi di dollari, 1.800 miliardi dei quali nel Vecchio Continente.

Le masse gestite dalla società italiana ammontano a circa 314 miliardi di euro.

Trattative in corso da mesi

La notizia di oggi non dovrebbe sorprendere. L’amministratore delegato del gruppo Intesa, Carlo Messina, aveva apertamente parlato dell’intenzione di aprire il capitale a un grande operatore internazionale, nel corso della presentazione del piano industriale.

Lo stesso Corcos era stato chiaro in una intervista al Sole 24 Ore nel marzo scorso, spiegando che Eurizon era pronta a cedere una quota di minoranza tra il 10% e il 20%.

“Il nostro piano ipotizza una partnership con un operatore di dimensioni globali, che funga da acceleratore delle nostre strategie di crescita nell’asset management garantendo anche successivi accordi con operatori di dimensioni uguali o inferiori alle nostre, che più facilmente potrebbero poi accettare di entrare a far parte di un polo ampio e dalla governance condivisa”

aveva detto in quella occasione.
Anche Messina, sentito proprio dal Financial Times nelle scorse settimane aveva dichiarato:

“Siamo aperti a fare alleanze strategiche, riteniamo che un consolidamento nel settore sia inevitabile”.

Ora dunque non resta che aspettare l’evoluzione delle trattative che, dopo un rallentamento dovuto alla crisi politica che ha interessato il nostro Paese, sembra abbiano subito una forte accelerazione.

D’altronde, Corcos pare voglia fare in fretta e chiudere l’operazione entro fine anno.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Blackrock

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.