Credito alle imprese: le opportunità del Fintech

Crowdfunding, social lending, Credito di filiera, economia etica e moneta virtuale... ecco come il fintech intercetta la domanda di finanziamento da parte delle imprese che le banche tradizionali non riescono a soddisfare.

Credito alle imprese: le opportunità del Fintech

Per comprendere la rilevanza che l’attuale mercato del fintech ha nel mondo delle imprese italiane ci basta dare un’occhiata agli ultimi report relativi al calo e alla stagnazione dei prestiti da parte delle banche alle PMI negli ultimi anni.

Una situazione che ha contribuito al rallentamento della ripresa economica, ma che oggi, grazie alla digital innovation che ha colpito anche il mondo del lavoro, può contare su realtà tecnofinanziarie in grado di sostenere e far crescere l’imprenditoria.

Quali sono le opportunità che il fintech offre alle imprese? La finanza alternativa applicata alle aziende si declina in tantissime forme e apre a diversi scenari, e anche l’Italia ha abbracciato questa innovazione/trasformazione. Dall’equity crowdfunding al p2p lending, passando per invoice trading ed economia circolare, sono tanti i metodi e le soluzioni messe a disposizione dal fintech per ottimizzare le prestazioni finanziarie e semplificare l’accesso al credito da parte delle PMI. Vediamone alcuni.

Equity Crowdfunding

Con la liberalizzazione del crowdfunding allargato alle PMI-srl da parte di Consob anche le piccole e medie imprese tradizionali e non solo le startup innovative possono raccogliere capitali di rischio e puntare a una crescita attraverso raccolte fondi online.

Le piattaforme di equity crowdfunding come 200Crowd, MamaCrowd e CrowdFundMe sono un modo sicuro, efficace e semplice per bypassare le banche nel processo di ottenimento di fondi; inoltre le campagne di crowdinvesting sono un’ottima occasione per avere visibilità.

Credimi: digital lender

Credimi è una piattaforma di factoring digitale per le aziende, esempio virtuoso di come la finanza digitale può aiutare le imprese grazie a una fonte di finanziamento aggiuntiva, veloce, semplice e senza costi fissi. Nata nel 2015, Credimi ha oggi a disposizione fondi sufficienti all’erogazione di 300 milioni di finanziamenti alle imprese potendo contare su importanti fondi di gestione del risparmio come Banca Generali e Anima.

Liberex

Liberex è una moneta complementare all’interno di Liberex.net, circuito integrato progettato per facilitare le relazioni tra soggetti economici operanti sul territorio e per fornire loro strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari. I crediti vengono scambiati all’interno della rete di aziende, che si finanziano reciprocamente a tasso zero, mantenendo la ricchezza nel circuito. 

Grazie a questo sistema le aziende possono aumentare le proprie transazioni e fatturato; vantaggio che si ripercuote anche sui dipendenti, i quali si trovano a lavorare in realtà più forti che, grazie ai crediti in Liberex, possono godere di maggiore liquidità ed elargire premi produttività, anticipi del TFR, straordinari, indennità che spesso e volentieri non riescono a pagare.

BorsadelCredito - P2P Lending

Stando ai dati, il Peer-to-peer lending nel 2018 in Italia ha avuto una crescita esponenziale, registrando un aumento del 74% di richieste di credito e un erogato pari a 768 milioni di euro, cifre che spianano la strada al miliardo che si stima raggiungerà entro la fine dell’anno.

BorsadelCredito.it è un marketplace-lending dove le imprese possono trovare facilmente una soluzione di credito e i risparmiatori un’ottima opportunità di investimento.
Perché rivolgersi al p2p lending invece che ai canali tradizionali? I vantaggi sono molteplici:
- i prestiti da parte delle banche alle microimprese oggi sono stagnanti e la possibilità di ottenerne uno sono basse
- l’esperienza della richiesta via internet è più comoda
- i tempi di risposta sono più rapidi (24 ore per l’esito della valutazione da parte del portale e 3 giorni per l’erogazione del credito)
- non si è vincolati agli orari di apertura delle filiali in quanto i servizi della piattaforma sono disponibili 24 ore su 24
- non ci sono costi nascosti
- la piattaforma è aperta a tutte le aziende di qualsiasi dimensione e settore
- il livello di sicurezza è pari a quello delle banche tradizionali in quanto gode dell’autorizzazione e vigilanza di Banca d’Italia.

“Fintech: scenari e opportunità per le imprese”: se ne parla a Rimini il 16 ottobre 2018

Di tutto questo si parlerà prossimamente in occasione del seminario “Fintech: scenari e opportunità per le imprese”, organizzato da Romagna Servizi Industriali Srl e promosso da Confindustria Romagna. L’evento si terrà martedì 16 ottobre 2018 dalle 14.30 alle ore 16.45 presso la sede di Rimini (Piazza Cavour 4).

L’obiettivo dell’incontro è quello di fornire alle aziende un panorama sullo stato attuale del fintech in Italia, grazie all’intervento del CeTIF (Centro di Ricerca in Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano). I partecipanti avranno modo di assistere anche alle presentazioni di Liberex, Credimi, 200 Crowd e BorsadelCredito.it e conoscere così queste realtà.

L’evento è gratuito per gli associati mentre per tutti gli altri il costo di partecipazione è pari a € 70,00 + IVA a persona. Per iscriversi bisogna mandare un’email a [email protected] entro e non oltre il 12 ottobre 2018. Il pagamento tramite bonifico bancario va fatto a CREDIT AGRICOLE – CARIPARMA, Codice IBAN: IT 64 F 06230 24293 000030099823, intestato a Romagna Servizi Industriali Srl. Inviare la ricevuta di pagamento a [email protected], indicando altresì i dati necessari per la relativa fatturazione (Ragione sociale, indirizzo, Partita Iva).

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Crowdfunding

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.