Con Fed e Ucraina in primo piano, l’Asia affonda: che succede nei mercati?

Violetta Silvestri

25 Gennaio 2022 - 08:27

condividi

Federal Reserve e venti di guerra in Ucraina fanno sprofondare l’Asia oggi, dopo la giornata di ieri molto nervosa per le Borse mondiali. La volatilità resta una delle caratteristiche degli scambi.

Con Fed e Ucraina in primo piano, l'Asia affonda: che succede nei mercati?

Mercati oggi: le azioni asiatiche e i futures statunitensi crollano dopo una tumultuosa sessione di Wall Street.

Gli investitori sono nervosi per la situazione in Ucraina e guardano alla Federal Reserve statunitense tra le preoccupazioni per una mossa verso una politica monetaria più restrittiva a livello globale.

I contratti S&P 500 e Nasdaq 100 sono scesi di circa l’1%, mentre un indice delle azioni Asia-Pacifico ha toccato il minimo da novembre 2020.

Le azioni statunitensi hanno cancellato un calo del 4% per chiudere su volumi più elevati lunedì. Le oscillazioni hanno messo in luce il nervosismo sulla prospettiva di un aumento dei tassi di interesse della Fed e di una riduzione del bilancio per contrastare l’inflazione. Anche la tensione USA-Russia sull’Ucraina sta intaccando il sentiment.

Vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati: Asia in profondo rosso

Alle ore 8.10 il Nikkei perde l’1,66% e gli indici Shenzhen e Shanghai scambiano rispettivamente a -2,79% e -2,53%. Hong Kong è in territorio negativo con un tonfo dell’1,88%. Crollo anche per Kospi della Corea del Sud e indice australiano.

Troppa incertezza nei mercati per tenere in alto gli scambi.

Carlos Casanova, economista senior di UBP, ha commentato:

“I mercati asiatici sono stati trascinati al ribasso dalle preoccupazioni per un aumento più rapido dei tassi statunitensi, l’aumento delle tensioni sull’Ucraina, l’aumento dell’inflazione e dei prezzi del petrolio...Ma le valutazioni stanno diventando più interessanti e la crescita degli utili è ancora robusta per alcuni settori. Quindi penso che assisteremo a un tiro alla fune nel mercato per questa settimana”

Tra i timori dei mercati c’è l’ombra di un conflitto. La Nato ha dichiarato lunedì 24 gennaio che stava mobilitando le sue forze e rafforzando l’Europa orientale con più navi e aerei da combattimento, in quella che la Russia ha denunciato come “isteria” occidentale in risposta al suo accumulo di truppe al confine con l’Ucraina.

“Il mercato sta ovviamente diventando un po’ nervoso su cosa potrebbe accadere, se potrebbe verificarsi un alterco militare e cosa significano sanzioni statunitensi alla Russia”, ha detto a Bloomberg Television Lale Akoner, senior market strategist di BNY Mellon Investment Management. Si aspetta che la tensione venga risolta attraverso un accordo piuttosto che una guerra.

Intanto, però, la Cina è anche alle prese con i suoi piani di recupero economico e i problemi del settore immobiliare non sono affatto risolti.

Evergrande avrebbe chiesto agli obbligazionisti offshore, quelli stranieri, di non procedere con azioni legali sui rimborsi. Per ora, il gruppo indebitato sta prendendo tempo ma per alcuni i suoi impegni di ristrutturazione non sono sulla strada giusta.

La Fed annuncia il rialzo dei tassi?

L’attesa dei mercati è tutta per la Fed, che si riunisce già oggi per poi presentare le su mosse domani, 26 gennaio, con la conferenza stampa di Powell.

Gli investitori stanno cercando con ansia qualsiasi indizio sui tempi e sul ritmo degli aumenti dei tassi previsti per la fine dell’anno. I mercati monetari prevedono un primo rialzo del tasso a marzo, con altri tre aumenti di un quarto di punto entro la fine dell’anno.

Intanto, l’indice del dollaro era a 95,955, in bilico vicino al massimo di due settimane, dopo aver guadagnato lo 0,29% durante la notte. L’oro ha mantenuto i suoi recenti guadagni mentre gli investitori cercano sicurezza. Il prezzo spot è stato di 1.841 dollari l’oncia, piatto per il giorno ma vicino al massimo di due mesi della scorsa settimana di 1.847,7 dollari.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.