Facebook down, titolo crolla: quanto ha perso Zuckerberg in poche ore?

Violetta Silvestri

5 Ottobre 2021 - 09:30

condividi

Giornata nera per la galassia social di Zuckerberg: Facebook va in blackout in tutto il mondo, nella peggiore interruzione dal 2008. Il titolo crolla in Borsa e la perdita è miliardaria.

Facebook down, titolo crolla: quanto ha perso Zuckerberg in poche ore?

Azioni Facebook a picco nelle frenetiche ore pomeridiane (in Italia) di ieri, 4 ottobre: tutti i canali social di Zuckerberg sono andati in tilt, interrompendo per ore nel mondo le loro funzioni.

La galassia social più potente e influente a livello globale si è spenta, con gli utenti increduli per il mancato utilizzo di Facebook, Instagram, Whatsapp.

Intanto, negli scambi di Borsa, un selloff ha fatto precipitare le azioni del gigante dei social media del 4,9%, aggiungendosi al calo di circa il 15% da metà settembre.

Con Facebook in blackout, quanto ha perso il miliardario Zuckerberg?

Azioni Facebook crollano: quanti miliardi ha perso Zuckerberg

L’interruzione dei servizi social della galassia Zuckerger del 4 ottobre è già storica e ha segnato il periodo di inattività più lungo per Facebook dal 2008.

In quell’anno, infatti, un bug ha messo offline il sito per circa un giorno, colpendo circa 80 milioni di utenti. La piattaforma, però, vanta oggi 3 miliardi di utenti e l’impatto dei suoi disservizi è stato dirompente a livello finanziario.

Lo scivolone delle azioni del 4 ottobre ha fatto scendere la ricchezza di Zuckerberg a 121,6 miliardi di dollari, facendolo scivolare sotto Bill Gates alla quinta posizione del Bloomberg Billionaires Index (indice dei miliardari elaborato da Bloomberg).

In poche ore, il patron di Facebook ha perso circa 6 miliardi di dollari.

Blackout e non solo: i problemi di Facebook

I disservizi dei canali social di Facebook del 4 ottobre si sono aggiunti a ulteriori problemi per il colosso.

Il 13 settembre, il Wall Street Journal ha iniziato a pubblicare una serie di notizie trapelate da documenti interni, rivelando che Facebook era a conoscenza di una vasta gamma di problemi legati alla fruizione dei suoi servizi.

Per esempio, è stato messo in evidenza l’impatto negativo di Instagram sulla salute mentale delle ragazze adolescenti ed è emerso che la disinformazione sulle rivolte del Campidoglio del 6 gennaio era stata minimizzata.

Facebook avrebbe, infine, allentato le misure di sicurezza contro campagne di odio sui social e fake news per questioni di profitto.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.