Facebook: Donald Trump contro Libra

Il presidente americano si scaglia contro la criptovaluta lanciata da Facebook e ribadisce: «Abbiamo già una moneta forte».

Facebook: Donald Trump contro Libra

Libra non piace a Donald Trump. Il presidente americano ha usato parole affatto tenere commentando il progetto della criptovaluta proposta da Facebook.

Lo ha fatto a margine di un incontro convocato alla Casa Bianca con i rappresentanti dei social media americani e lo ha ribadito anche su Twitter.

Donald Trump contro Libra

La moneta virtuale di Mark Zuckerberg dovrebbe essere lanciata non prima del 2020, avrà precise caratteristiche e potrebbe essere gestita da una organizzazione no profit.

Ma mentre a Menlo Park si mettono a punto gli ultimi dettagli del progetto, da Washington arrivano dure critiche. E a scagliarsi contro Libra è il presidente Trump in persona.

L’inquilino della Casa Bianca ha scritto un eloquente post su Twitter al riguardo, in cui ammette di non guardare con particolare favore al bitcoin e alle altre criptovalute, perché, sostiene

“non sono soldi e il cui valore è altamente volatile e basato sul nulla. Similmente Libra, la ’moneta virtuale’ di Facebook, avrà poco sostegno ed affidabilità”.

Facebook banca? Rispetti le regole

Poi Trump entra nel dettaglio, lanciando un messaggio direttamente al colosso di Zuckerberg.

“Se Facebook e altre compagnie vogliono diventare una banca devono ottenere un nuovo documento di autorizzazione bancaria ed essere soggetti a tutte le regole bancarie, come le altre banche, sia nazionali che internazionali”

cinguetta ancora il presidente americano.

Le preoccupazioni del tycoon trovano fondamento sul fatto che – ritiene Trump – i cripto asset non essendo regolamentati potrebbero contribuire alla diffusione di comportamenti illegali, tra i quali cita il commercio di droga, o comunque di altre attività illecite.

Infine, l’affondo:

“In Usa abbiamo solo moneta reale, ed è più forte che mai, sia sicura che affidabile. È di gran lunga la moneta più dominante ovunque nel mondo, e sarà sempre così. È chiamata dollaro statunitense!”.

Un progetto che preoccupa anche la FED

Donald Trump non è una voce fuori dal coro nei confronti di Libra. Il progetto di Facebook sta creando preoccupazione anche nei corridoi della Federal Reserve.

Lo stesso presidente della FED, Jerome Powell, nel corso della sua audizione al Congresso non aveva nascosto perplessità a tal riguardo.

L’iniziativa presentata nei giorni scorsi da Zuckerberg, non a caso, sarà sul tavolo dei ministri delle Finanze e dei banchieri centrali dei Paesi del G7 che si incontreranno la prossima settimana in Francia.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Facebook, Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.