Daimler: terzo profit warning in un anno, il titolo soffre

Francesca Caiazzo

24 Giugno 2019 - 11:37

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Daimler lancia un nuovo profit warning e il titolo scivola in Borsa.

Pesante caduta in Borsa per Daimler in apertura della prima seduta della settimana a causa del profit warning lanciato poche ore fa.

Il titolo della casa automobilistica tedesca, al momento della scrittura, è arrivato a cedere il 4,69% scambiando a 47,295 euro.

L’azienda ha infatti rivisto la guidance sui risultati del secondo trimestre dell’anno in corso, modificando al ribasso le previsioni.

Il profit warning di Daimler

L’azienda guidata da Ola Kaellenius ha fatto sapere che

“l’aumento di accantonamenti per vari procedimenti governativi in corso e per le misure collegate ai veicoli diesel”

avrà un conseguenze “sui profitti del secondo trimestre”.

In particolare, tale impatto dovrebbe essere di diversi milioni e “sarà preso in considerazione nell’ebit del gruppo”, che quindi si attende piatto per l’anno in corso.

Va ricordato che Daimler aveva stimato un reddito operativo in leggera crescita per il 2019, mentre ora le previsioni non vanno oltre il risultato registrato l’anno precedente.

In calo anche le stime sul margine operativo delle vendite di van Mercedes-Benz atteso tra -4% e il -2%.

I precedenti

L’annuncio, come detto, ha dato un duro colpo alle azioni Daimler in Borsa e non è il primo del genere.

Per Daimler si tratta del terzo profit warning in un anno dopo quelli legati ai nuovi test di emissione dei veicoli diesel e a una controversia legale riguardo al funzionamento dell’impianto dell’aria condizionata.

Va ricordato, infatti, che Mercedes, azienda del gruppo tedesco, è stata messa sotto accusa dalla Kba, l’autorità tedesca di vigilanza dei trasporti, perché sospettata di aver falsato il livello di emissioni reali dei motori a gasolio.

Un’estensione del noto Dieselgate partito con Volkswagen e allargatosi a macchia d’olio sulle altre case automobilistiche.

Il ritiro dei veicoli

Nel dettaglio, il modello incriminato è il Mercedes-Benz GLK 220 prodotto tra il 2012 e il 2015. Dalla fine della scorsa settimana Daimler avrebbe iniziato a ritirare i veicoli in questione: sono 60 mila quelli che vanno richiamati in Germania.

L’azienda tedesca ha annunciato che comunque procederà contro la decisione, pur garantendo collaborazione alle autorità.

L’indagine però rischia di allargarsi ulteriormente e potrebbe coinvolgere anche altri modelli.

Intanto, stamani, il profit warning lanciato da Daimler ha affossato i titolo del settore automobilistico in Europa: Volkswagen, Bmw e FCA viaggiano tutte al di sotto della parità.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.