Crisi Ucraina e le strane reazioni di Wall Street. Cos’è successo e cosa potrebbe succedere?

Vittoria Patanè

1 Marzo 2014 - 19:35

condividi

Putin invia militari in Crimea e Wall Street impazzisce. Dobbiamo prepararci a questi comportamenti?

Crisi Ucraina e le strane reazioni di Wall Street. Cos'è successo e cosa potrebbe succedere?

Nel corso della giornata borsistica di ieri, i principali indici di Wall Street hanno manifestato un comportamento anomalo in concomitanza con gli eventi che si stanno svolgendo in Ucraina.

Fino alle 20.30 (ora italiana) i listini procedevano stabili cercando di districarsi tra le conseguenze della pubblicazione di alcuni market mover, quelle del tapering deciso dalla Federal Reserve che continua a preoccupare e ad attirare l’attenzione di analisti e investitori e in ultimo con il calo del PIL statunitense.

Alle 20.30 però una notizia fa rapidamente il giro del mondo: duemila militari russi sono arrivati in Crimea.

In quel momento i tre indici di Wall Street, che nel corso delle ore precedenti avevano ignorato la revisione al ribasso del PIL americano grazie alle buone notizie provenienti dai dati sulla fiducia dei consumatori e da quelli sui direttori d’acquisto, entrambi positivi e superiori alle previsioni degli analisti, sono letteralmente impazziti, mettendo in atto 40 minuti di forti ribassi, per poi riprendersi a partire dalle 21.10.

Alla fine delle contrattazioni il Dow Jones ha chiuso a +0,30%, il Nasdaq a -0,25%, mentre lo S&P 500 ha concluso la seduta con un +0,28% in scia alle news che parlavano di un intervento della Casa Bianca su Putin.

Parallelamente il Vix, l’indice che misura la volatilità implicita delle opzioni sull’indice più importante di Wall Street è andato “sulle montagne russe”.

Oggi e domani le borse rimarranno chiuse per il weekend, ma lunedì le continue novità provenienti dall’Ucraina (poche ore fa Putin ha ottenuto il via libera da parte del Parlamento per inviare altre truppe allo scopo di “normalizzare la situazione”) potrebbero destabilizzare nuovamente l’andamento della borsa americana. Gli USA sono infatti in allarme e i mercati azionari potrebbero essere soggetti ad altri “spasmi”. È meglio approfittarne o stare a guardare?

(fonte: Il Sole 24 Ore)

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.