Covid, in arrivo un boom di positivi in 8 Regioni: la previsione di un algoritmo

Martino Grassi

19 Marzo 2021 - 16:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Secondo un algoritmo in 8 regioni d’Italia si assisterà ad un incremento del numero di positivi a partire dalla metà di aprile. Ecco quali sono le zone sorvegliate speciali.

Covid, in arrivo un boom di positivi in 8 Regioni: la previsione di un algoritmo

Secondo un algoritmo elaborato dallo statistico Livio Fenga a partire dalle metà di aprile si assisterà ad un boom di positivi in 8 regioni del nostro Paese. Una notizia che preoccupa non solo le autorità, ma anche i cittadini, ormai stremati dalle misure restrittive che ci accompagnano da oltre un anno.

A finire sotto i riflettori sarebbero Campania, Calabria, Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte, in cui secondo l’algoritmo, il numero degli infetti dovrebbe subire un aumento durante la metà del prossimo mese.

Covid, boom di positivi in 8 Regioni: la previsione

Lo statista ha spiegato che l’algoritmo è “un modello basato sulla combinazione di previsioni e dal quale emerge un incremento di casi positivi in regioni che potremmo considerare sorvegliate speciali”. In sostanza la morsa delle restrizioni potrebbe continuare a gravare su 8 regioni dell’Italia, in cui, qualora dovesse confermarsi la previsione, si potrebbe assistere ad un boom di nuovi positivi.

Tra le regioni maggiormente a rischio troviamo la Campania, in cui è previsto il passaggio da 98.073 positivi registrati in totale fino al 16 marzo, ai circa 127.317 previsti per metà del prossimo mese. Anche le altre sette regioni (Calabria, Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte) subirebbero un preoccupante incremento dei positivi. Fenga spiega inoltre che “sebbene il modello non sia progettato per catturare le varianti, ma per fare previsioni, la sensazione è che le varianti stesse stiano giocando un ruolo significativo in quanto non è raro rilevare, osservando la struttura dinamica delle equazioni, fenomeni riconducibili a incrementi repentini nel numero dei positivi”.

Le regioni virtuose

Se in alcune regione è previsto un incremento dei positivi, in altre zone del Paese si prevede una controtendenza, ossia il numero delle persone affette dal Covid dovrebbero diminuire. Secondo l’algoritmo infatti Sicilia, Umbria e Sardegna a partire dalla metà del prossimo mese dovrebbero veder diminuire il numero degli infetti, ed in particolare, nelle ultime due, si dovrebbe passare da 5.905 a 3.937 persone positive.

Secondo l’esperto si tratterebbe dei risultati delle attuali misure di contenimento, che potrebbero mostrare i loro effetti anche in Sicilia, dove “è verosimile pensare che a fine marzo i casi positivi scendano sotto 10.000. Anche il Lazio sta mostrando i primi segnali positivi, tanto che sembra prospettarsi l’uscita dalla zona rossa tra non molto tempo, spiega Fenga:

“Nel Lazio si notano segnali che potrebbero portare verso l’uscita da zona rossa nell’arco di due settimane, passando da 54.371 casi rilevati al 16 marzo ai 44.294 previsti per a metà aprile”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories