Covid, è allarme anche in Svizzera: cosa sta succedendo?

Alessandro Cipolla

23/11/2021

23/11/2021 - 11:41

condividi

In Svizzera sono in aumento i contagi Covid, mentre domenica si terrà un referendum sul green pass al momento indispensabile nel Paese elvetico per poter accedere in alcuni luoghi al chiuso.

Covid, è allarme anche in Svizzera: cosa sta succedendo?

La quarta ondata Covid si sta facendo sentire anche in Svizzera, con i contagi che da inizio novembre sono in costante aumento tanto che il tasso di positività rilevato nell’ultimo report diffuso dalle autorità è arrivato a sfiorare il 13%.

Stando ai dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica, nelle scorse 24 ore in Svizzera si sono registrati 14.590 nuovi casi e 18 decessi. Spaventano anche i ricoveri che sono stati ben 156 in un solo giorno.

Ma è soprattutto un dato a fare la spia della complessità della situazione: in Svizzera il tasso di incidenza è di quasi 700 casi ogni 100.000 abitanti, molto più alto di quello che nell’ultima settimana si è registrato in Germania (400 casi ogni 100.000 abitanti) ma inferiore a quello dell’Austria (oltre 1.000 casi ogni 100.000 abitanti).

In questo scenario, domenica 28 novembre in Svizzera si terrà un atteso referendum dove i cittadini saranno chiamati a esprimersi sul green pass che attualmente viene concesso come da noi a vaccinati, guariti e a chi presenta un test negativo.

Svizzera: il referendum sul green pass

La campagna vaccinale in Svizzera è in ritardo rispetto ad altri Paesi europei, con il 65,5% del totale della popolazione che al momento ha ricevuto la doppia dose del vaccino anti-Covid (in Italia siamo al 74%).

Per questo motivo il Governo svizzero ha deciso di rendere obbligatorio il possesso del green pass per partecipare a grandi eventi e manifestazioni in luoghi chiusi, oltre che per entrare all’interno di bar, ristoranti, biblioteche, palestre e piscine.

Dopo che sono state raccolte 75.000 firme, per la prima volta al mondo da quando è scoppiata la pandemia, domenica 28 novembre in Svizzera si terrà un referendum sulla possibilità o meno di conservare la disposizione normativa che legittima il green pass.

Stando ai sondaggi alla fine potrebbe prevalere il Sì al certificato Covid, ma il risultato non sarebbe per nulla scontato visto che sono molti i cittadini svizzeri che hanno definito il green pass inutile e dannoso per le libertà individuali.

Mentre Austria e Germania hanno deciso di inasprire le loro misure restrittive, in Svizzera al contrario da domenica potrebbe venir meno l’obbligo del green pass: la situazione sanitaria potrebbe incidere però sull’esito del referendum, spingendo i cittadini a optare per il mantenimento delle limitazioni imposte dal certificato verde.

Iscriviti a Money.it