Covid, nel Regno Unito tornano a salire i contagi: riaperture a rischio?

Martino Grassi

04/06/2021

07/06/2021 - 11:06

condividi

Nel Regno Unito tornano a salire i contagi e le ospedalizzazioni causate dal coronavirus, adesso il Paese teme la variante indiana che potrebbe mettere a rischio anche le riaperture.

Covid, nel Regno Unito tornano a salire i contagi: riaperture a rischio?

Nel Regno Unito tornano a salire i casi e i ricoveri causati dal coronavirus. Adesso a far tremare il Paese è la variante indiana, conosciuta anche come variante Delta, che secondo i funzionari della Public Health England (PHE) è diventata quella dominante, superando anche quella inglese.

Le autorità hanno anche lanciato un avvertimento, sembrerebbe infatti che ci siano delle “prove iniziali che suggeriscono un possibile un aumento del rischio di ospedalizzazione causato proprio dalla variante Delta, ma la conferma potrà arrivare solamente dopo ulteriori indagini. L’incremento dei contagi ha portato le autorità a valutare un possibile rinvio delle riaperture.

Covid, nel Regno Unito tornano a salire i contagi

Nonostante una campagna vaccinale che fa invidia a moltissimi Paesi del mondo e che ha permesso di somministrare il vaccino contro il Covid-19 a più della metà della popolazione adulta, il coronavirus continua a far tremare il Regno Unito. Negli ultimi giorni i contagi è tornato a salire, tanto che il governo sta valutando la possibilità di rallentare le riaperture in vista dell’estate.

Il ministro della Sanità, Matt Hancock, ha fatto sapere che il governo britannico è “assolutamente aperto” all’idea di poter rinviare la data della sospensione delle misure anti Covid, al momento fissata al 21 giugno, giorno in cui anche in Italia decadrà il coprifuoco.

Solamente pochi giorni fa erano stati registrati zero decessi dall’inizio della pandemia, ma adesso la curva dei contagi è tornata a crescere. Quello che spaventa maggiormente le autorità tuttavia è il numero dei ricoveri, che anche se ancora ridotto, potrebbe continuare ad aumentare. La responsabile delle cifre in crescita sembra essere la variante B.1.617.2 nota anche come variante Delta, più contagiosa rispetto alla variante inglese e con maggiori probabilità di portare a ricoveri ospedalieri. Al momento la variante indiana rappresenta il 75% dei nuovi casi di coronavirus.

Sale l’allerta per la variante indiana

A preoccupare maggiormente è la variante indiana del coronavirus, che secondo un’analisi sembrerebbe essere collegata ad un rischio di ospedalizzazione 2,61 volte maggiore entro 14 giorni dal contagio rispetto alla variante inglese. Il professor Adam Finn, membro della commissione Uk, ha precisato al Guardian che “sebbene solo un piccolo numero di casi finisca in ospedale, la proporzione è circa il doppio per i casi Delta rispetto ai casi Alpha”.

“Il numero di casi è ancora piccolo, ma se questa tendenza continua e il numero dei casi continua ad aumentare rapidamente, porterà a un numero maggiore di persone gravemente colpite poiché questa variante continuerà a sostituire la variante alfa nelle prossime settimane”, ha concluso il professore.

Argomenti

Iscriviti a Money.it