Covid Giappone, record di contagi per due giorni consecutivi: arriva variante inglese

Martino Grassi

26 Dicembre 2020 - 11:27

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Covid continua a spaventare il Giappone che ha dovuto aggiornare per due giorni consecutivi il record di nuove infezioni. Intanto nel Paese arriva anche la variante inglese.

Covid Giappone, record di contagi per due giorni consecutivi: arriva variante inglese

Il coronavirus continua a correre inesorabile anche in Giappone, tanto che il Paese ha dovuto aggiornare il record delle nuove infezioni per due giorni consecutivi. Adesso quello che si teme maggiormente è la possibilità di un collasso del sistema sanitario nazionale, ma soprattutto la diffusione della nuova variante di Covid, scoperta nel Regno Unito, che è riuscita a raggiungere anche il Paese del Sol Levante.

Il ministero della Salute giapponese ha infatti confermato la presenza di 5 casi nel Paese, tutti in arrivo da un volo proveniente dal Regno Unito, precisando che il governo ha già disposto delle misure per prevenire la diffusione del contagio.

Covid Giappone, record di nuove infezioni

Il Giappone ha dovuto aggiornare per due giorni consecutivi il record delle nuove infezioni rilevate nel Paese, complice anche l’incremento dei nuovi casi nella Capitale, che fanno temere un collasso del sistema sanitario nazionale.

Dall’inizio della pandemia sono circa 211.000 le infezioni registrate, mentre il numero delle vittime supera le 3.100 unità. All’interno degli ospedali la situazione non è migliore, il ministro della Salute ha comunicato che sono 640 le persone ricoverate con gravi sintomi della malattia, una cifra mai raggiunta prima di ora. Intanto nel Paese restano in vigore delle restrizioni per cercare di limitare la diffusione del virus. Da Tokyo arriva infatti la raccomandazione di limitare quanto più possibile gli spostamenti non necessari ed è stato imposto a bar, ristoranti e locali che vendono alcolici di chiudere entro le ore 22, almeno fino all’11 gennaio.

L’arrivo della variante inglese in Giappone

Anche in Giappone la variante inglese di Covid inizia a spaventare, dopo che il ministero della Salute giapponese ha confermato 5 casi del nuovo ceppo nel Paese all’interno di un gruppo passeggeri provenienti dalla Gran Bretagna. Le autorità hanno precisato che i casi sono stati rilevati all’aeroporto di Haneda a Tokyo, e a quello del Kansai a Osaka.

In totale quindi sono state rilevate 5 persone positive (4 uomini e 1 donna) arrivate fra il 18 e il 21 dicembre, tutti con un età inferiore ai 70 anni, che al momento si trovano tutti in isolamento. Le autorità sanitarie del Giappone si sono già attivate per tracciare gli spostamenti dei cinque individui risultati positivi, identificando anche i contatti stretti che hanno avuto con altre persone prima dell’esito dei test.

Intanto il governo giapponese ha disposto delle limitazioni per i voli dal Regno Unito consentendo l’ingresso solamente per motivi di lavoro e studio. I cittadini inglesi dotati di un permesso di soggiorno in Giappone, potranno rientrare nel Paese al pari dei cittadini giapponesi, previa l’esecuzione di un tampone entro le 72 ore precedenti la partenza del volo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories