Coronavirus, vacanze gratis in Trentino per medici, infermieri, OSS e personale sanitario: ecco come

Il personale sanitario che ha fronteggiato l’emergenza Coronavirus in prima linea nei Covid Center potrà godere di qualche giorno di vacanza gratis in Trentino: ecco come.

Coronavirus, vacanze gratis in Trentino per medici, infermieri, OSS e personale sanitario: ecco come

L’emergenza del Coronavirus nel nostro paese ha richiesto sacrifici da parte di tutti, ma i sacrifici maggiori sono stati sicuramente quelli di coloro che hanno combattuto questa guerra in primo piano, nelle terapie intensive degli ospedali.

Proprio per questo motivo, e per cercare di dare un po’ di sollievo a chi negli ultimi mesi ha speso tutte le energie nella cura delle persone malate di Covid, gli operatori turistici della Val di sole, in Trentino, hanno deciso di offrire una vacanza gratis al personale sia sanitario che ausiliario impegnato nei Covid Center degli ospedali italiani.

Una sorta di ringraziamento per chi si è trovato a combattere l’emergenza in prima linea.

Ma a chi è rivolta l’iniziativa? E cosa prevede? Vediamo di seguito tutti i dettagli.

Chi ne ha diritto?

Per prima cosa cerchiamo di capire a chi è destinata l’iniziativa lanciata dagli operatori turistici della Val di Sole in Trentino, e chi potrà quindi usufruirne.

Le categorie interessate comprendono tutti i sanitari italiani quindi medici, infermieri, operatori sociosanitari, tecnici di radiologia, psicologi ed altri che siano stati impegnati nei Covid Center.

Ma non solo: al personale sanitario si aggiunge anche il personale ausiliario e gli addetti delle pulizie.

Come spiegato in una nota, infatti, la volontà è di coinvolgere tutte le persone che hanno prestato servizio nei reparti Covid degli ospedali italiani.

Cosa prevede l’iniziativa?

A tutti coloro che rientrano nelle categorie sopra indicate è garantita, fino ad esaurimento dei posti disponibili, la possibilità di soggiornare per una vacanza di tre giorni nelle strutture ricettive della Val di Sole tra giugno e settembre.

Non solo. Oltre al soggiorno, al personale impegnato nei Covid center verrà messa a disposizione gratuitamente la «Val di Sole Guest Card» che garantisce l’utilizzo degli impianti di risalita e sarà garantito di usufruire di una delle «top experience» che la Val di Sole ha selezionato per mostrare il vero volto della montagna: dall’emozione dell’alba in malga alla giornata con i contadini montani, dai percorsi di park therapy alle escursioni serali alla ricerca dei cervi e degli altri animali del Parco Nazionale dello Stelvio.

A spiegare le ragioni dell’iniziativa è stato il direttore dell’APT Val di Sole, Fabio Sacco, che ha così commentato:

«La drammatica esperienza del coronavirus ci ha ricordato quanto sia importante ricostruire i legami di solidarietà e di condivisione all’interno di una comunità. Nei momenti più gravi dell’epidemia ci siamo affidati totalmente al personale sanitario e ausiliario. Tutti hanno fatto la propria parte. Tutti sono stati determinanti per salvare vite. Ora siamo noi a dover dare qualcosa a loro».

Come usufruire del soggiorno gratuito?

Per poter usufruire delle iniziative predisposte per il personale sanitario e ausiliario impiegato in questi mesi nella battaglia contro il Coronavirus in Italia, sarà sufficiente presentare una lettera dell’azienda ospedaliera nella quale si è lavorato che confermi la presenza in servizio nel Covid Center.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories