Coronavirus: farmaco anti-malaria efficace nel 75% dei pazienti

Da uno studio condotto in Francia il Plaquenil sembra essere in grado di debellare il coronavirus dell’organismo, il 75% dei pazienti trattati dopo sei giorni si sono negativizzati.

Coronavirus: farmaco anti-malaria efficace nel 75% dei pazienti

Da uno studio condotto in Francia arriva una possibile speranza nel trattamento del COVID-19, si tratta del Plaquenil, un farmaco a base di idrossiclorochina, utilizzato da diversi anni nel trattamento della malaria oltre che per il lupus e l’artrite reumatoide.

La speranza di una possibile terapia al coronavirus si aggiunge allo studio condotto dai ricercatori giapponesi che hanno testato il favipiravir in Cina sui pazienti affetti da coronavirus.

Farmaco anti-malaria per curare il coronavirus

Lo studio condotto in Francia ha coinvolto 24 pazienti, e come confermato da Didier Raoult, direttore dell’Istituto ospedaliero universitario “Méditerranée Infection” di Marsiglia ha presentato i risultati della terapia, “Quasi tutti i pazienti che muoiono per il virus lo hanno ancora attivo nel proprio corpo”, il 75% dei pazienti trattati con il Plaquenil, uno dei farmaci a base di idrossiclorochina, “dopo sei giorni di trattamento aveva una carica virale negativa” e dunque non avevano più il virus attivo all’interno dell’organismo.

I risultati della ricerca sono stati inviati per la pubblicazione alla rivista scientifica International Journal of Antimicrobial Agents. Anche il governo francese si è dichiarato entusiasta ed ha dato l’ok per la sperimentazione della terapia su un numero maggiore di pazienti.

«Ho preso nota dei risultati e ho dato l’autorizzazione affinché si possa avviare al più presto una sperimentazione più ampia da parte di altre équipe su un numero maggiore di pazienti», ha detto il ministro della salute Oliver Veran, aggiungendo che «è assolutamente fondamentale basare qualsiasi decisione di politica sanitaria pubblica su dati scientifici convalidati e sui processi di convalida, con cui non si può negoziare».

Una speranza dalla Francia

Nonostante il farmaco sembra abbia degli ottimi risultati nel contrastare il coronavirus, Raoult ha affermato che il principio attivo di questo medicinale ha delle interazioni con altri farmaci utilizzati nelle terapie intensive.

Il direttore dell’istituto ospedaliero ha comunque tranquillizzato i colleghi affermando che “certamente ci sono degli effetti collaterali anche gravi se non si rispetta il dosaggio, ma si tratta di un farmaco che conosciamo bene e sappiamo come utilizzarlo”.

Nello specifico ha affermato che nel corso degli anni, questo farmaco è stato studiato ed utilizzato per il trattamento di diverse patologie, e adesso i risultati lo rendono particolarmente efficace anche per il trattamento del coronavirus. Secondo quanto riportato dallo studio una somministrazione di 500 mg di clorochina due volte al giorno potrebbe essere sufficiente per debellare il virus dall’organismo.

Iscriviti alla newsletter Rubriche per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.