Conviene comprare casa adesso?

Flavia Provenzani

22/05/2017

05/04/2018 - 12:09

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Conviene comprare casa ora? Il settore immobiliare in Italia è in ripresa: bisogna investire prima che i prezzi aumentino? Guida alla scelta.

Conviene comprare casa in questo momento? Investire nel mattone è ancora una buona idea? La risposta è controversa dal momento che acquistare una casa può essere conveniente o meno.

Il mercato immobiliare è in continuo movimento nel 2017, fatto che potrebbe rendere il comprare casa tra pochi mesi più costoso e non più conveniente come negli anni passati.

Analizziamo la situazione del mercato immobiliare ora e definiamo la convenienza nell’acquisto di una casa considerando i prezzi e tutti gli aspetti inerenti ai mutui.

Conviene comprare casa ora?

Una risposta univoca alla domanda se conviene comprare casa non esiste poiché dipende dallo scopo dell’investimento.

Se l’obiettivo è acquistare un’abitazione per poi affittarla oppure rivenderla in un secondo momento, si devono valutare una serie di fattori fondamentali e di mercato.
Se lo scopo di comprare casa è quello di viverci per evitare di sprecare i vostri soldi per l’affitto le cose cambiano. In questo caso è necessario considerare ben altri fattori, date le esigenze di gran lunga differenti.

Il settore immobiliare sta dando cenni di ripresa stando agli ultimi dati dell’Istat. Le dinamiche dei prezzi stanno interrompendo la discesa, mentre aumentano in modo deciso le compravendite immobiliari.

Sul fronte del mutuo per compare casa, invece, la situazione appare ad oggi ancora molto conviene.

Vediamo nel dettaglio questi aspetti per aiutare i lettori di Money.it a capire quando sia ad oggi conveniente comprare casa, illustrandone svantaggi e vantaggi.

Comprare casa, Istat: i prezzi stanno salendo

L’Istat, ad aprile 2017, ha reso noto l’andamento dei prezzi delle abitazioni in riferimento al IV trimestre 2016, all’interno del quale emerge come la decrescita sia finita e come i prezzi delle case siano in una situazione di stallo.

I prezzi, secondo la stima preliminare, sono aumentati dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, occasione in cui i prezzi delle case avevano registrato un forte ribasso di quasi un punto percentuale.
L’ultimo dato riportato dall’Istat segna il primo rialzo dei prezzi delle abitazioni su base annua dal IV trimestre del 2011.
L’inversione negativa dei prezzi iniziata nel 2011 sta dando i primi segnali di ripresa, spingendo a pensare che chi fosse interessato a comprare casa debba decidere in fretta prima che i prezzi delle abitazioni aumentino in misura maggiore.

Nel 2015 la discesa dei prezzi era stata del 2,6%, mentre nel 2016 il calo è stato “solo” dello 0,7%.

Grazie ai prezzi ancora bassi aumenta il numero di case comprate e vendute: nel 2016 la variazione positiva è del 18,9%.

Il settore immobiliare sta ripartendo pian piano e la situazione potrebbe quindi cambiare ulteriormente del corso dell’anno. Ad ostacolare la ripresa del settore troviamo il potere di acquisto degli italiani, che non sembra aumentare quanto desiderato dal Governo.

Conviene il mutuo per comprare casa?

Conviene acquistare un bene immobiliare o conviene sottoscrivere un affitto? I vantaggi nell’acquistare un bene oggi risiedono nei tassi estremamente bassi con cui le banche concedono mutui.

Sottoscrivere un mutuo oggi è sicuramente più vantaggioso rispetto a qualche anno fa, inoltre acquistare un immobile di proprietà permette all’acquirente di modificarlo a suo piacimento (cosa che con l’affitto non conviene) e comunque di ritrovarsi con un asset in mano alla fine del pagamento delle rate del prestito bancario.

Ci sono tuttavia degli svantaggi notevoli nel comprare casa. In primis, accendere un mutuo di lunga durata espone il richiedente al rischio di mobilità lavorativa dato che il governo ha varato riforme, dettate dall’UE, per aumentare la flessibilità del posto di lavoro.
Inoltre, la crisi della banche italiane e tutt’altro che finita.

Ancora, grazie alla Legge di Bilancio il pignoramento sui conti correnti nel 2017 si fa più semplice e i creditori non dovranno più rivolgersi al giudice per prelevare forzosamente sui conti e sugli stipendi dei clienti le rate del mutuo non pagate.

Conviene comprare casa? Le prospettive del settore immobiliare

I fattori che influenzano l’andamento del settore immobiliare sono vari e diversi.
Il primo è il rischio deflazione: il crollo delle materie prime ha indotto ad una diminuzione dell’inflazione e quindi al calo dei prezzi dei beni. La flessione dei prezzi delle case è stata dovuta in primis a questo contesto, ma ad oggi i prezzi delle materie prime stanno aumentando.

Un altro fattore è lo stimolo monetario della BCE con l’obiettivo di stimolare la ripresa economica. I tassi di interesse bassi hanno incentivano i mutui, ma la Banca Centrale Europea si sta apprestando ad aumentarli dando il via al tapering.

Il problema maggiore nel comprare casa riguarda le abitazioni esistenti che necessitano di ristrutturazione, nonostante siano presenti diversi incentivi fiscali.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories