Conviene ancora comprare le azioni Facebook secondo 9 analisti su 10

Marco Ciotola

2 Aprile 2018 - 09:00

Malgrado la perdita di oltre 90 miliardi di valore a seguito dello scandalo Cambridge Analytica, la stragrande maggioranza degli analisti pensa che il futuro delle azioni Facebook sarà al rialzo.

Conviene ancora comprare le azioni Facebook secondo 9 analisti su 10

Gli analisti del mercato azionario si rivelano molto spesso rialzisti. Le previsioni sugli utili sono state disattese? La loro indicazione è “overweight”. Bilanci disastrati? Ecco che spuntano i rating “outperform”.

La divulgazione dei dati personali di 50 milioni di utenti, ceduti in maniera non autorizzata a una società di consulenza dalle mire politiche, si traduce in un “buy”.

La perdita del valore di mercato per le azioni Facebook si aggira attorno ai 90 miliardi di dollari nell’ultima settimana, ma malgrado questo gli analisti restano fiduciosi.

Circa il 90% dei broker che coprono il titolo, infatti, mantengono il giudizio buy secondo la società di analisi finanziaria FactSet. Tra le principali aziende del tech, solo Amazon ha una maggiore quota di analisti con prospettive così ottimistiche. Altre società di social network, come Twitter e Snap, hanno previsioni future di gran lunga peggiori rispetto a quelle del social di Zuckerberg secondo gli analisti.

I rating degli analisti sulle azioni tech di Wall Street

Perché tanto ottimismo sulle azioni Facebook?

Va ricordato che Facebook sta affrontando una serie di problemi normativi e legali a seguito dello scandalo Cambridge Analytica, mentre persistono le preoccupazioni connesse al ruolo dell’azienda nella diffusione delle fake news.

La società è ora oggetto di un’indagine della Federal Trade Commission degli Stati Uniti. Il CEO Mark Zuckerberg è stato espressamente invitato a testimoniare davanti al Congresso degli Stati Uniti, mentre il parlamento britannico ce l’ha con lui per aver mandato a consultazione dei suoi delegati.

Nel frattempo, 37 avvocati degli Stati Uniti hanno scritto una lettera a Zuckerberg, chiedendogli risposte sulle modalità di protezione dei dati degli utenti da parte di Facebook, mentre altre cause legali continuano ad aggiungersi.

Eppure sono molti gli analisti a credere che Facebook possa reggere la pressione. La maggior parte crede che per quanto grandi siano le perdite di fiducia o le conseguenze legali che il social di Zuckerberg sarà costretto ad affrontare, le prospettive a lungo termine restano le stesse. Anche se la gestione delle informazioni personali è sospetta, Facebook ha accumulato così tanti dati dai suoi 2 miliardi di utenti che non può esistere nessuna concorrenza o minaccia credibile in uno scenario di dominio simile.

I 45 analisti intervistati da FactSet che segnalano un giudizio buy su Facebook rivelano un prezzo obiettivo medio sulle azioni di circa $220, ovvero oltre il 40% in più rispetto alle quotazioni del titolo di oggi, e persino il 14% sopra al massimo storico di Facebook.
Se le cose stessero davvero così, si potrebbe ancora parlare di crisi?

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo