Concorso 800 cancellieri 2016: come fare domanda? Requisiti, candidatura, scadenze e prove

Il bando di concorso per 800 assistenti giudiziari è in Gazzetta Ufficiale. Modalità per presentare domanda e info utili su requisiti, posti disponibili, prove e scadenze.

Concorso Cancellieri 2016, come fare domanda? - Il bando del nuovo concorso per 800 assistenti giudiziari è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Qui di seguito tutte le info su candidatura, modalità di invio domanda, scadenze e requisiti richiesti.

Il bando per 800 posti a tempo indeterminato come assistenti giudiziari nei tribunali è uscito sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il 22 novembre, ed è consultabile da tutti sul sito del MdG e in GU, nella sezione Serie Speciale - Concorsi ed Esami n.92 del 22-11-2016.

Cancelliere: quanto guadagna davvero e cosa fa in tribunale

La pubblicazione del bando ha chiarito i requisiti, i termini e le modalità per fare domanda. Per partecipare al concorso basta avere il diploma di scuola superiore, essere maggiorenni e godere dei diritti civili e politici. I candidati hanno tempo fino al 22 dicembre 2016 per inoltrare la loro richiesta di partecipazione al concorso, ma potranno farlo solo coloro che possiedono i requisiti richiesti. L’attesa per gli aspiranti cancellieri è ufficialmente finita e adesso non resta che conoscere le modalità con cui inoltrare la richiesta di partecipazione al concorso e prepararsi alle prove.

All’uscita del bando seguirà la pubblicazione della banca dati per studiare e prepararsi al meglio al nuovo concorso cancellieri. In attesa di ulteriori novità vediamo quali sono i requisiti per diventare assistente giudiziario, in cosa consistono prove scritte e orali, ed entro quando si può fare domanda.

Leggi Concorso cancellieri 2016: banca dati, materie, quiz e manuali. Come studiare per superare le prove

Di seguito trovate il testo integrale del bando 800 assistenti giudiziari con tutte le info e i dettagli per i candidati:

Bando Concorso 800 cancellieri Gazzetta Ufficiale
Il bando 800 assistenti giudiziari è in Gazzetta ufficiale: come fare domanda, requisiti, scadenze, prove e materie

Concorso 800 cancellieri, bando ufficiale: requisiti

Il bando di concorso per 800 posti nelle cancellerie dei tribunali è pubblico e adesso sappiamo ufficialmente quali sono i requisiti che i candidati devono possedere per poter fare domanda e accedere alle prove. Ecco tutti i dettagli emersi dal bando.

Gli aspiranti cancellieri che vogliono partecipare al concorso 800 posti a tempo indeterminato nei tribunali devono:

  • avere il diploma di scuola superiore o titolo equipollente
  • aver compiuto 18 anni
  • essere cittadini italiani
  • godere dei diritti civili e politici
  • essere in possesso di idoneità fisica e qualità morali.

Concorso 800 cancellieri: come fare domanda?

La domanda di partecipazione deve essere redatta e inviata esclusivamente in via telematica, compilando l’apposito modulo entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando. Il FORM da compilare è disponibile sul sito del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it.

Una volta entrati nel sito bisogna cliccare su Concorso Assistenti giudiziari , dopodiché si aprirà una scheda con tutte le informazioni utili per partecipare e le istruzioni sui passaggi da compiere per compilare e inviare la domanda.

Dalla schermata di registrazione si prosegue inserendo codice fiscale e indirizzo email, poi cliccare su Invia. Il candidato riceverà un’email con tutte le istruzioni per portare a termine la registrazione.

Concorso cancellieri 2016, invio domanda: come completare la registrazione

Nell’email inviata al candidato si trova un link che serve per aprire il modulo di completamento della domanda, composto da due sezioni: Dati anagrafici e Dati di residenza.

Premere “Conferma” e impostare una password personale di almeno 8 caratteri, che deve contenere almeno una lettera maiuscola, un numero e un carattere speciale. A questo punto il sistema invia un’altra email da cui il candidato accede al modulo della domanda di partecipazione, da compilare dopo aver inserito codice fiscale e password scelta.
Tra i campi da riempire sulla domanda ce c’è uno riguardo la lingua straniera per la prova d’esame e i titoli di studio in possesso.

Il candidato dovrà salvare, stampare, firmare e scansionare la domanda in formato .pdf insieme a un documento di identità valido. Dovrà poi inviare tutti questi documenti secondo le modalità indicate nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

Il sistema restituirà una ricevuta di invio con indicati numero identificativo della domanda, data e ora di presentazione al concorso. Bisognerà ricordarsi di salvare e conservare la ricevuta perché va portata con sé il giorno della prova scritta (o eventuale prova preselettiva).

Concorso 800 cancellieri, bando ufficiale: prove scritte e orale

Il concorso cancellieri 2016/2017 consiste in 2 prove scritte e un colloquio che comprende l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera (a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo) e delle capacità informatiche.

La 1° prova scritta consiste in 60 domande a risposta multipla su elementi di diritto processuale civile. La 2° prova scritta è sempre di 60 quesiti a risposta multipla su elementi di diritto processuale penale. Le due prove si svolgono nella stessa giornata.

Il colloquio verte sulle stesse materie dello scritto ma sono previste anche domande su elementi di Ordinamento giudiziario, elementi di Servizi di cancelleria e nozioni sul rapporto di pubblico impiego alle dipendenze della pubblica amministrazione.

Qualora gli iscritti al concorso fossero in numero 5 volte superiore ai posti disponibili la commissione si riserva la facoltà di introdurre la prova preselettiva, con domande a risposta multipla su diritto pubblico e amministrativo.


Concorso Cancellieri 2016, uscita bando 21 novembre rimandata

Il ministro Andrea Orlando ha firmato e trasmesso al ministro Marianna Madia il decreto che stabilisce i criteri e le modalità di quello che si preannuncia un nuovo concorsone per gli aspiranti assistenti giudiziari. Nel decreto si fa riferimento alla data d’uscita del bando, prevista per lunedì 21 novembre 2016.

Ad oggi, però, il bando di concorso cancellieri non è stato ancora pubblicato né sul sito del Ministero né in GU, tanto che sono in molti a credere che questo fatidico bando non uscirà mai. Sarà davvero così o si tratta solo di aspettare qualche ora, un giorno al massimo? Di seguito tutto ciò che sappiamo finora sul concorso 800 cancellieri 2016: requisiti, scadenze e posti messi a bando.

Bando concorso cancellieri 2016: uscita e notizie ufficiali

Il Ministero della Giustizia cerca personale amministrativo non dirigenziale da inserire nelle cancellerie. Il concorso pubblico per 800 posti a tempo indeterminato nei tribunali italiani, le cui modalità per fare domanda e requisiti richiesti ai candidati verranno resi noti ufficialmente all’uscita del bando, fa parte del programma di nuove assunzioni in seguito all’avvio del processo amministrativo telematico.

Il decreto del concorso 800 assistenti giudiziari è stato pubblicato a fine ottobre, e sono state chiarite la suddivisione dei posti disponibili messi a bando e le modalità di assunzione per scorrimento in graduatoria.

Come candidarsi e quali sono i requisiti per diventare cancelliere nei tribunali? Oggi 21 novembre si attende l’uscita del bando che dà il via alle candidature e chiarisce requisiti e modalità di partecipazione. Non sappiamo a che ora uscirà il bando, ma vi terremo aggiornati per tutta la giornata. Per saperne di più potete tenere d’occhio la sezione Concorsi ed Esami del sito del Ministero della Giustizia e della Gazzetta Ufficiale.

Qui trovate tutte le ultime notizie aggiornate: profili ricercati, competenze richieste e come fare domanda.

Concorso 800 cancellieri 2016/2017: il Ministero della Giustizia cerca personale

Sarà un vero e proprio maxi concorso per aspiranti cancellieri quello indetto dal Ministero della Giustizia per il 2017. 800 nuove assunzioni in vista per il MdG, che cerca personale amministrativo in tutta Italia. 1000 i posti a tempo indeterminato per profili giuridici, da selezionare tramite un bando di concorso pubblico di prossima uscita, e attingendo a graduatorie passate.

Gli uffici giudiziari e il Consiglio superiore della Magistratura hanno infatti denunciato la carenza di personale, aprendo così le porte dei tribunali italiani a 800 aspiranti cancellieri.

Il Ministero della Giustizia ha quindi annunciato l’arrivo di un bando di concorso pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato di 1000 risorse nel personale amministrativo non dirigenziale, in cui saranno fornite informazioni dettagliate sui profili ricercati, i requisiti e la data di apertura e scadenza delle domande.

Il bando in questione è stato approvato in seguito alla conversione in legge del decreto legge del 30 giugno 2016 recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative in materia di processo amministrativo telematico.

Ciò vuol dire che, ferme restando le procedure di mobilità già avviate per inquadrare 200 profili nel personale amministrativo giudiziario, il MdG intende realizzare un piano di assunzioni straordinario tramite concorso pubblico finalizzato all’assunzione di personale amministrativo non dirigenziale. Ecco tutte le info, i profili ricercati e la data d’uscita del bando.

Bando 800 cancellieri 2016: posizioni aperte e suddivisione posti

Sono 1000 i posti vacanti per il personale amministrativo non dirigenziale all’interno delle cancellerie italiane: 800 posti sono messi a disposizione per vincitori del concorso pubblico con bando di prossima uscita, e 200 sono i posti riservati agli idonei delle graduatorie delle PA già in corso di validità.

Il bando del concorsone MdG sarà pubblicato a partire dal 21 novembre 2016, mentre gli scorrimenti in graduatoria verranno avviati dalla data di pubblicazione del decreto in GU.

I profili professionali delle 1000 unità da assumere a tempo indeterminato saranno così suddivisi:

  • 800 posti come assistente giudiziario (nuovo concorso 2017)
  • 155 posti per assistente giudiziario (scorrimento in graduatoria)
  • 55 posti per funzionario informatico (scorrimento in graduatoria)
  • 30 posti per funzionario contabile (scorrimento in graduatoria)

Il decreto indica in modo esplicito la necessità di inserire nel bando criteri per dare la precedenza a chi ha svolto tirocini e stage presso gli uffici giudiziari e la possibilità di semplificare le modalità di svolgimento della prova scritta in modo da velocizzare l’iter concorsuale.

Le materie d’esame al centro del concorso non sono state rese ufficiali. Il decreto parla però di una preselezione con domande a risposta multipla nel caso in cui
“le domande di partecipazione al concorso siano in numero superiore a cinque volte il numero dei posti banditi”. Dovrebbero seguire poi una prova scritta e una orale che include un colloquio in lingua straniera.

Bando di concorso del MdG 800 posti nei tribunali: data d’uscita

In seguito all’incontro tenutosi il 29 settembre tra i ministri Madia e Orlando, il Ministero della Giustizia ha fatto sapere che l’uscita del bando 800 cancellieri è prevista entro il 21 novembre 2016.

Dei 1000 posti a disposizione, 800 saranno destinati ai vincitori del concorso di prossima uscita, mentre i restanti 200 verranno occupati attingendo da graduatorie già in corso di validità a seguito di altri concorsi banditi dalle PA.

Gli interessati alle assunzioni e alle opportunità di lavoro presso gli uffici dei tribunali dovranno quindi aspettare la pubblicazione del bando per tutti i dettagli relativi ai requisiti richiesti e all’invio delle domande di partecipazione.

Il nuovo programma di assunzioni all’interno dei tribunali italiani si è reso necessario in quanto l’avvio del processo telematico amministrativo non ha risolto del tutto il problema della carenza di personale amministrativo o dell’inadeguatezza delle cancellerie ad affrontare le nuove regole.

Dato confermato dal CSM, che afferma che quasi tutti gli uffici giudiziari italiani di 1° e 2° grado soffrono di carenza di personale e ciò determina spesso la riduzione degli orari di apertura delle cancellerie e di anticipazioni del termine delle udienze penali, fino anche a sospendere le udienze in alcuni tribunali dove queste difficoltà sono avvertite maggiormente.

Concorso MdG, bando 800 posti nei tribunali: funzioni e requisiti

Per diventare cancelliere e lavorare nell’amministrazione giudiziaria bisogna essere vincitori del bando pubblico: il nuovo bando sarà reso noto tra qualche settimana.

Le funzioni svolte dal personale amministrativo non dirigenziale nei tribunali sono attività di assistenza e collaborazione al giudice.

Sul fronte udienze, il cancelliere redige e sottoscrive i verbali e i registri delle cause; aggiorna e ordina i fascicoli; pianifica tutto il materiale indispensabile in aula per il corretto svolgimento dei processi e si occupa dell’autenticazione degli atti. In altri casi il cancelliere è responsabile della tenuta dei fascicoli, riceve le istanze dagli avvocati e le riordina.

I requisiti essenziali per diventare cancelliere sono la laurea in giurisprudenza, scienze sociali o economia e commercio. Sono richieste anche competenze informatiche (come minimo la conoscenza del pacchetto Office e di Windows). Gradita anche la conoscenza di una o più lingue straniere e una pregressa esperienza come archivista.

Dopo aver superato il concorso, il neo-cancelliere svolge attività lavorativa di 36 ore a settimana presso uffici provati, uffici giudiziari, Corti d’Appello, Procure o Giudici di pace e può salire di grado fino al ruolo di Dirigente di Cancelleria.

Concorso 800 cancellieri 2016: compiti e stipendi dei vincitori

Si parla di 800 posti vacanti che bisognerà occupare in modo necessario per contenere le gravi scoperture di organico presso gli uffici giudiziari.

I profili saranno suddivisi per mansioni/dipartimenti e saranno inquadrati nei ruoli dell’amministrazione giudiziaria attraverso lo scorrimento di graduatorie di altre PA in corso di validità non anteriore a 5 anni dalla data in cui questo decreto entrerà in vigore.

Cosa faranno gli assistenti giudiziari e i funzionari informatici una volta superato il concorso? I due ruoli sono diversi: gli assistenti giudiziari sono delle figure di supporto che si occupano di preparare, aggiornare e conservare atti e fascicoli. Collaborano inoltre in vario modo alle attività di cancelleria e dopo un anno di lavoro affiancano i magistrati in udienza.

I funzionari tecnici, invece, hanno il compito di gestire e ottimizzare i sistemi informatici e i software vigilando sul corretto funzionamento degli stessi.

Infine i funzionari contabili pensano alla parte finanziaria dei tribunali predisponendo anche i bilanci preventivi e consuntivi. Per quanto riguarda gli stipendi, si parla di un compenso iniziale lordo tra i 1900 e i 2100 euro al mese.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories