Commercianti senza POS, posso andare via senza pagare?

Isabella Policarpio

01/07/2021

01/07/2021 - 12:57

condividi

Che fare se non posso pagare con la carta? Cosa dice la legge e quando è possibile andare via senza pagare se il negozio o il ristorante non ha il POS.

Commercianti senza POS, posso andare via senza pagare?

Commercianti e negozianti senza POS, purtroppo, sono ancora tanti, nonostante le molte iniziative del governo per incentivare l’utilizzo dei pagamenti elettronici (in primis il cashback). Cosa può fare un cittadino senza contanti se l’esercizio commerciale non accetta pagamenti tramite carta?

Andare via senza pagare talvolta è possibile ma bisogna tornare in un secondo momento per saldare il conto. Cosa dice la legge e come segnalare chi non ha il POS?

Rispondiamo con ordine a queste ed altre domande.

I commercianti devono accettare i pagamenti elettronici?

Gli esercizi commerciali sono obbligati ad avere il POS per i pagamenti con carta di credito e bancomat dal 2014. Questa disposizione fu introdotta allo scopo di limitare l’evasione fiscale anche se nessuna norma, ad oggi, prevede delle sanzioni per gli esercizi che ne sono sprovvisti.

Fino al 2018 l’obbligo di accettare i pagamenti con POS era limitato agli acquisti di importo superiore a 30 euro, limite cancellato dalla Finanziaria del 2018: da allora i liberi professionisti e gli esercizi commerciali (negozi, ambulanti, bar, tabaccherie, supermercati, pizzerie, ristoranti) devono accettare i pagamenti elettronici a prescindere dall’importo.

Per chi non si adegua alla norma, tuttavia, non sono previste sanzioni.

Che fare se non posso pagare con la carta?

Se non si hanno contanti a sufficienza per saldare il conto e il commerciante non ha o rifiuta di accettare il POS, possono venirsi a creare diversi scenari. Ad esempio se si tratta di un capo di abbigliamento, una soluzione potrebbe essere quella di chiedere al commerciante di tenerlo da parte e di tornare in un secondo momento munito di denaro contante. La cosa si complica quando l’esercizio in questione è un ristorante o un pub e si viene a conoscenza della mancanza del POS dopo aver consumato il pasto o la bevanda. Lecito domandarsi se in questa specifica circostanza si possa andare via senza pagare.

Ad essere in torto è il commerciante che non ha o non vuole utilizzare il POS e, per questo, dovrà essere lui ad andare incontro alle esigenze del cliente: secondo la legge il proprietario dovrebbe lasciar andare il cliente aprendo un credito da saldare successivamente.

Chi si trova in questa spiacevole situazione generalmente si reca al bancomat più vicino a prelevare per pagare il debito immediatamente oppure torna il giorno seguente lasciando gli estremi del documento di identità al commerciante.

È da precisare, però, che qualora il cliente rifiutasse di lasciare un documento o il numero di telefono il negoziante si prenderà tutti i rischi.

Come segnalare chi non ha il POS

Anche se non esistono sanzioni per i commercianti che non utilizzano il POS, il fatto può essere segnalato alla Guardia di finanzia chiamando il 117. In alternativa, il cliente può scrivere direttamente all’Agenzia delle Entrate specificando nome, luogo dell’esercizio, data e ora del fatto, e chiedendo all’Autorità di intervenire per fare le dovute indagini.

I moduli per inoltrare la segnalazione sono disponibili sui rispettivi siti Internet dell’AdE e della Guardia di finanza.

Argomenti

Iscriviti a Money.it