Come iscriversi a una graduatoria d’istituto per insegnare nelle scuole

Teresa Maddonni

21 Maggio 2022 - 21:57

condividi

Tutto su come iscriversi a una graduatoria di istituto per insegnare nelle scuole per posto comune o di sostegno: cos’è, come funziona, requisiti e attribuzione supplenze per il biennio 2022-2024.

Come iscriversi a una graduatoria d'istituto per insegnare nelle scuole

Iscriversi a una graduatoria d’istituto può essere la strada per insegnare nelle scuole. Ma come? Per iscriversi a una graduatoria di istituto per insegnare nelle scuole occorre preliminarmente inserirsi nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).

Le graduatorie provinciali e di istituto sono il primo passo per diventare insegnanti, laddove è in atto la riforma del sistema di reclutamento pensata dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

L’iscrizione alle graduatorie di istituto per una sola provincia e per un numero massimo di 20 scuole per ogni classe di concorso/ posto di insegnamento per il quale ci si inserisce, avviene contestualmente all’inserimento nelle GPS per la loro durata biennale o all’aggiornamento del punteggio nelle stesse. L’iscrizione alle graduatorie di istituto per insegnare nelle scuole, e quindi anche nelle GPS, avviene infatti ogni due anni. Per il biennio 2022-2024 si può procedere all’iscrizione o aggiornamento nel periodo che va dal 12 al 31 maggio 2022.

Graduatoria di istituto per insegnare: cos’è

La graduatoria di istituto per insegnare permette agli insegnanti precari o aspiranti tali di ottenere un incarico a tempo determinato, breve, nelle scuole di ogni ordine e grado, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado.

Alle graduatorie di istituto per l’attribuzione di supplenze temporanee può attingere direttamente il dirigente scolastico anche se questo può avvenire solo una volta che l’Ufficio Scolastico Regionale di competenza ha terminato le operazioni di attribuzione delle supplenze dalle Graduatorie ad Esaurimento (GAE) e dalle GPS di prima e seconda fascia. Non sempre tuttavia, e questo è bene chiarirlo, all’inizio dell’anno scolastico vengono coperte tutte le cattedre annuali da GPS e in alcune regioni le operazioni possono richiedere anche due o tre mesi.

Per capire cos’è una graduatoria di istituto per le supplenze nelle scuole possiamo far riferimento all’ordinanza ministeriale che sancisce l’apertura delle iscrizioni e dell’aggiornamento per il prossimo biennio, la n. 112 del 6 maggio 2022.

Ordinanza Ministeriale n. 112 del 6-05-2022
Graduatorie d’istituto e provinciali per le supplenze biennio 2022/2023 e 2023/2024.

Le graduatorie di istituto vengono utilizzate dal dirigente scolastico:

  • per conferire supplenze temporanee;
  • in caso di esaurimento o incapienza delle GPS.

Le graduatorie di istituto sono articolate in tre fasce così costituite:

  • la prima fascia costituita dagli insegnanti iscritti in GAE che presentano il modello di scelta delle sedi per la stessa;
  • la seconda fascia è costituita dagli insegnanti o aspiranti tali iscritti in GPS di prima fascia;
  • la terza fascia è costituita dagli aspiranti iscritti in GPS di seconda fascia.

Contestualmente all’iscrizione o all’aggiornamento delle GPS in una sola provincia d’Italia, nella stessa provincia l’aspirante si iscrive alle graduatorie di istituto scegliendo 20 scuole per ciascun posto comune, classe di concorso, posto di sostegno cui ha titolo.

Graduatoria d’istituto: requisiti

Per iscriversi in una graduatoria di istituto occorre avere gli stessi requisiti previsti per le GAE o anche per le GPS. Come abbiamo visto infatti le graduatorie di istituto si dividono in tre fasce nelle quali rientrano gli insegnanti o aspiranti tali inseriti in altre graduatorie. L’iscrizione poi è contestuale all’inserimento dei candidati nelle GPS e all’aggiornamento del punteggio nelle stesse.

Per rientrare quindi nelle graduatorie di istituto occorre, a seconda delle tre fasce suddette, avere alternativamente i seguenti requisiti:

  • essere docenti provvisti di abilitazione all’insegnamento iscritti nelle GAE;
  • essere docenti provvisti di abilitazione per le graduatorie dell’Infanzia, Primaria, I grado e II grado e personale educativo o specializzazione per le graduatorie di sostegno iscritti nella prima fascia delle GPS;
  • essere aspiranti non abilitati e non specializzati che non rientrano nella categoria precedente.

Pertanto per iscriversi in una graduatoria di Istituto senza abilitazione occorre avere:

  • un titolo di studio adeguato per l’accesso alla determinata classe di concorso;
  • possesso di 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno 6 crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari (pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche).

I requisiti sono pertanto quelli che permettono l’accesso alla seconda fascia delle GPS.

Come iscriversi a una graduatoria d’istituto per insegnare

Come abbiamo anticipato l’iscrizione a una graduatoria di istituto per insegnare avviene contestualmente all’inserimento dell’aspirante nelle GPS. In fase di compilazione della domanda per le graduatorie provinciali per le supplenze, che ricordiamo ancora una volta per il prossimo biennio dovrà avvenire entro il 31 maggio 2022, l’aspirante dovrà selezionare 20 scuole per la stessa e unica provincia scelta per le GPS, così da rientrare proprio in quelle 20 graduatorie di istituto.

L’aspirante per iscriversi alle graduatorie di istituto per insegnare nelle scuole deve accedere a Istanze Online (clicca qui) con le seguenti credenziali:

L’iscrizione, come abbiamo detto, è contestuale alla compilazione della domanda per le GPS. I docenti, sempre in possesso delle credenziali suddette, per accedere alla piattaforma per iscriversi ad almeno 20 graduatorie di istituto possono anche seguire un altro percorso e nel dettaglio:

  • Home page del portale del Miur (clicca qui);
  • “Approfondimenti”;
  • “Graduatorie Provinciali e di Istituto per le Supplenze” (clicca qui).

Una volta effettuato l’accesso compare una pagina informativa. Cliccando su «Accedi» si può procedere alla compilazione dell’Istanza e la prima scelta da effettuare, in caso di primo inserimento, è la provincia laddove l’aspirante già iscritto può confermare quella scelta nel biennio precedente o cambiarla.

A questo punto compare la pagina con le varie sezioni da compilare o aggiornare prima fra tutte la tipologia di graduatoria provinciale, se di prima o seconda fascia, e i titoli d’accesso quindi la laurea e la classe di concorso specifica. Nella medesima pagina è possibile anche compilare altri campi tra cui ovviamente quello dedicato alle graduatorie di istituto:

  • titoli ulteriori rispetto al titolo di accesso (per esempio un’altra laurea magistrale);
  • titoli per l’insegnamento della lingua inglese nella scuola primaria;
  • titoli di servizio;
  • titoli di riserva;
  • titoli di preferenza;
  • altre dichiarazioni;
  • sedi graduatorie di istituto;
  • allegati.

Esiste quindi una specifica sezione per iscriversi a una o 20 graduatorie di istituto. L’aspirante deve quindi scegliere le scuole nell’ambito della provincia prescelta.

Per scegliere le 20 scuole i supplenti o aspiranti tali possono utilizzare la piattaforma Scuola in Chiaro resa disponibile dal Miur (clicca qui). Si tratta del servizio che racchiude tutte le scuole d’Italia e attraverso il quale il docente può accedere ai vari istituti di ogni ordine e grado presenti nella provincia di iscrizione. Qui può cercare le 20 sedi che meglio si adattano alle proprie esigenze e inserirsi così nelle graduatorie d’Istituto per insegnare come supplente nelle scuole.

Iscriviti a Money.it