CleanBnB verso Piazza Affari: chi sono i membri del CdA

Focus sui fondatori e membri del CdA di CleanBnB: chi c’è dietro il successo della startup di gestione di affitti brevi e la sta guidando verso la quotazione in Borsa.

CleanBnB verso Piazza Affari: chi sono i membri del CdA

In soli 4 anni CleanBnB, startup nata per aiutare i proprietari di immobili e le strutture presenti online con la gestione degli affitti, è diventata una società che vale più di 4 milioni di euro pronta a quotarsi su AIM Italia.

Oggi CleanBnB, partner di brand come Airbnb e Booking, è leader nel settore degli affitti a breve termine: presente in 40 città sparse in tutta Italia con un portafoglio di oltre 600 appartamenti, è già il più diffuso operatore su territorio nazionale, ma la sua crescita è inarrestabile. Pensiamo che nel 2018 ha registrato ricavi delle vendite pari a 1.54 milioni di euro (+230% rispetto all’anno precedente) e che nei primi 5 mesi di quest’anno ha gestito 12.000 soggiorni, superando il risultato dell’intero 2018.

Merito dell’alta qualità del servizio offerto, del suo modello di business scalabile e del suo team fatto di persone con lunga e conclamata esperienza nel settore, e animate da un fortissimo spirito di innovazione.

Il progetto di gestione degli appartamenti in affitto è partito come startup early stage dalle menti di Francesco Zorgno e Tatiana Skachko, founder e membri del CdA di CleanBnB.

Dopo 2 campagne di equity crowdfunding chiuse in overfunding e 5 aumenti di capitali, con il percorso di quotazione avviato a metà giugno 2019 CleanBnB va ora alla conquista di Piazza Affari.

“Con la quotazione su Aim Italia CleanBnB sarà il primo property manager 2.0 quotato in Italia e tra i primi in Europa, ha detto Zorgno in un’intervista. “Il nostro obiettivo è quello di raddoppiare il numero di località coperte, aumentare la presenza strutturale nelle varie città. garantire un servizio sempre più professionale. Siamo stati in grado di creare nuovi standard in questo settore e sposteremo l’asticella sempre più in alto: operiamo in un mercato che cresce a ritmi vertiginosi e noi faremo la differenza, come è accaduto finora”.

CleanBnB: chi sono i founder e i membri del CdA

Francesco Zorgno, torinese, classe 1974, è socio fondatore e ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio di Amministrazione di CleanBnB. Insieme a Tatiana Skachko ha lanciato la startup nel 2015, facendola diventare uno dei casi di startup di successo più interessanti in Italia.

Zorgno è anche presidente e co-fondatore di Seed Money Srl, l’acceleratore di startup fondata a Milano nel 2016 con l’obiettivo di aiutare gli imprenditori nella delicata fase iniziale del loro progetto, quando esso va messo a punto e si trova ad approcciare il mercato.

Ma non finisce qui: Zorgno è anche Amministratore Delegato di 2F Capital, la società di investimento che si occupa di scoprire, sviluppare e finanziare progetti innovativi e startup con un focus nel settore fintech, blockchain, hospitality, cleantech.

Inoltre, da più di 7 anni lavora in New Future Energy (NFE), società di ingegneria e costruzioni del settore dell’efficienza energetica e delle rinnovabili, dove ricopre il ruolo di Amministratore Delegato. Dal 2015 è Asset manager di Electrawinds, azienda internazionale leader nel settore dell’energia rinnovabile prodotta da vento, sole e biomassa.

Accanto a Francesco, al tavolo del CdA di CleanBnB, troviamo la 35enne Tatiana Skacko, di origini bielorusse. Una laurea in lingue, la passione per i viaggi e un’esperienza di tanti anni nel settore dei servizi di hospitality, anche in aziende internazionali, le hanno fatto nascere l’idea di una startup di social hospotality.

Tatiana possiede una quota da 245.439 azioni ordinarie pari a 2.454,39€ nominali, mentre la quota di Zorgno è pari a 1.104.475 azioni ordinarie (nominali: 11.044,75€).

Il CdA si completa con Fabio Cannavale, già noto per iniziative come B Heroes, Lastminute.com e Volagratis; Enrico Calabretta e il consigliere indipendente Roberta Dell’Apa. La compagine azionaria è costituita per il 50,05% dai soci fondatori, per il 5,51% da Boost Heroes e per il resto è divisa tra i soci che hanno partecipato ai due round di equity crowdfunding promossi dalla società sulla piattaforma CrowdFundMe.

Nel collegio sindacale di CleanBnB troviamo Edoardo Ginevra; Giorgio Venturini, da anni operativo nel settore delle startup come consulente e digital strategist; e Ottavia Alfano, professionista esperta in fiscalità delle imprese, internazionale e dei prodotti finanziari con una lunga esperienza nel campo della Due Diligence e fiscalità dei fondi comuni di investimento.

Iscriviti alla newsletter Fintech per ricevere le news su Speciale IPO CleanBnB

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.