Cambio euro dollaro perde quota, ma la visione è al rialzo. Cosa aspettarsi?

Il cambio euro dollaro viaggia al ribasso a inizio settimana a causa della debolezza della moneta unica. La visione resta al rialzo, ma attenzione alla Fed il 13 dicembre.

Cambio euro dollaro perde quota, ma la visione è al rialzo. Cosa aspettarsi?

Il cambio euro dollaro viaggia in leggero ribasso nella prima parte della settimana in corso, complice la debolezza della moneta unica, che concede terreno a tutte le rivali, viaggiando in modo opposto ai listini delle borse europee. La visione resta al rialzo nel breve termine. Attesa per le decisioni della Fed il 13 dicembre.

Cambio euro dollaro in leggero ribasso, il trend resta crescente

Il cambio euro dollaro non risente direttamente della riforma fiscale americana, che non ha sortito alcun effetto sul biglietto verde. L’indice del dollaro chiude infatti la giornata di ieri 4 dicembre in passivo (-0,11%) e la moneta statunitense ha concesso terreno anche nei cambi USD/CAD (-0,33%) e USD/JPY (-0,35%).

Il motivo per cui il cross EUR/USD è andato al ribasso è riconducibile quindi alla debolezza della moneta unica europea, che chiude in passivo i principali cambi. La riforma fiscale americana ha portato i maggiori listini europei al rialzo, fermando quindi l’apprezzamento dell’euro. Infatti un euro forte non giova alle aziende europee che puntano il loro business sull’export, motivo per cui il cosiddetto SuperEuro non era così gradito a Mario Draghi durante il forte trend crescente del cross EUR/USD visto nell’intero 2017.

La visione del cambio euro dollaro per il prossimo periodo è quindi al rialzo, almeno fino al 13 dicembre, giorno in cui la Federal Reserve potrebbe alzare i tassi di interesse al +1,50% e provocare un forte apprezzamento del dollaro portando il cross EUR/USD a un forte ribasso.

Molto dipenderà anche dalle parole e dal tono che assumerà il FOMC. Infatti se la preoccupazione sull’inflazione dovesse perdurare potrebbe non essere così scontato un apprezzamento del dollaro. Basti ricordare ciò che accadde dopo l’aumento dei tassi di interesse della Bank of England, che provocò un forte deprezzamento della sterlina a causa del tono dovish adottato dall’istituto guidato da Mark Carney.

Possibile prosecuzione long: i supporti reggono

Il cambio euro dollaro viaggia nel momento in cui si scrive in area 1,1860, dopo aver chiuso la sessione di venerdì scorso a 1,1891.

Dall’immagine notiamo che il trend crescente iniziato dal 7 novembre, quando toccò quota 1,1554, è ancora solido. Dal picco massimo 1,1961, raggiunto il 27 novembre , il cross EUR/USD ha ritracciato non più del 38,2%, dove il supporto a 1,1807 ha retto bene l’urto.

Il cambio euro dollaro si è inserito in un canale crescente e, trovandosi nella zona più bassa di questo, potremmo immaginare una sua prossima salita verso la parte più alta del canale.

Il cross EUR/USD gode di buoni supporti collocati sui ritracciamenti dei livelli fibonacci, che andremo ad elencare. Il già citato supporto a 1,1807 costituisce il prossimo target in caso di ribasso. Dopo di che gli altri valori da considerare potrebbero essere 1,1759 (50%) e 1,1710 (61,8%).

In caso di prosecuzione del movimento rialzista le prossime resistenze da tenere in considerazione potrebbero essere 1,1867 (23,6%) e 1,1961, che corrisponde al massimo raggiunto negli ultimi 2 mesi. Superata quest’ultima resistenza, il cambio euro dollaro potrebbe puntare alla parte alta del canale, in area 1,2030.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Spread btp-bund 10y

150,9

+0,09% 23/02/2018

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Forex: il trend rialzista dell’Eur/Usd potrebbe avere le ore contate

Forex: il trend rialzista dell'Eur/Usd potrebbe avere le ore contate

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 settimane fa

Cosa frena l’entusiasmo della BCE? La spiegazione nel bollettino

Cosa frena l'entusiasmo della BCE? La spiegazione nel bollettino

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

3 settimane fa

Cambio euro-dollaro poco mosso dopo Fed. Cosa stanno aspettando gli investitori?

Cambio euro-dollaro poco mosso dopo Fed. Cosa stanno aspettando gli investitori?

Commenta

Condividi