COVID-19: si gioca una partita di calcio con una squadra positiva al coronavirus

Clamorosa decisione in ambito sportivo: nonostante la rosa di una delle due squadre contendenti sia ridotta a 12 calciatori arruolabili, il match si gioca.

COVID-19: si gioca una partita di calcio con una squadra positiva al coronavirus

E’ sconcertante una notizia proveniente dal mondo dello sport: la Federcalcio brasiliana ha deciso di fare disputare una partita di calcio, nonostante nella rosa di una delle due squadre ci siano ben 16 positivi al COVID-19. Domenica 27 settembre 2020 allo stadio Allianz Parque di San Paolo, in Brasile, la squadra di casa del Palmeiras affronta gli sfidanti del Flamengo.

Già un paio di giorni fa, erano stati trovati positivi sei giocatori del Flamengo, ma ad oggi, venerdì 25 settembre, il numero dei contagiati da coronavirus, e sempre nella rosa della squadra che gioca in trasferta, è salito a 16. L’aumento impressionante di positivi non ha fatto cambiare idea alla Federcalcio brasiliana che ha confermato la disputa del match.

Il Flamengo potrà disporre di soli 12 giocatori, quelli risultati negativi al tampone (forse), per questo motivo si sta muovendo in direzione dell’under 20, per arruolare otto calciatori. L’assurda decisione non è condivisa dal team rossoblu che ha presentato ricorso al Tribunale Superiore della Giustizia Sportiva. Il vicepresidente del Flamengo Rodrigo Dunshee, sostiene che due medici hanno espresso parere contrario alla disputa della partita di calcio, d’altronde, si tratta di una questione sanitaria più che sportiva, insiste Dunshee.

A proposito di Brasile, un’altra notizia che va decisamente nella direzione opposta alla decisione della Federcalcio brasiliana per la partita Palmeiras-Flamengo, è l’annullamento del famosissimo Carnevale di Rio de Janeiro che si sarebbe dovuto svolgere a febbraio 2021, è la prima volta che accade dal 1912. Probabilmente, si tratta di un rinvio a data da destinarsi, così come il carnevale di San Paolo è stato positicipato di otto mesi e si terrà ad ottobre 2021.

Brasile, uno dei Paesi nel mondo più colpiti dalla pandemia COVID-19

Nella giornata del 24 settembre 2020 si sono registrati 32.817 contagi, in 24 ore 831 morti. I casi positivi al coronavirus, registrati nello Stato sudamericano sono 4.657.702, i morti hanno raggiunto le 139.808 unità: i dati sono forniti dalla John Hopkins University. Il Brasile occupa il secondo posto per numero di decessi registrati da COVID-19, alle spalle degli Stati Uniti e davanti all’India, mentre è al terzo posto per i casi positivi (stavolta dietro l’India).

A differenza di quanto sta accadendo in gran parte dei Paesi europei, nel mese di settembre, la tendenza del numero dei contagiati è in fase calante, ma la situazione resta ovviamente ancora molto preoccupante. Il picco di casi positivi è stato raggiunto il 29 luglio, con 69.074 contagi.

Argomenti:

Brasile Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Money Stories