Borsa Italiana: Enel e Snam partono in svantaggio, pesano i dividendi

Ufficio Studi Money.it

21/01/2019

21/01/2019 - 10:02

condividi

La prima giornata di quest’ottava parte con segno negativo per Enel e Snam che oggi staccano l’acconto al dividendo 2018

Borsa Italiana: Enel e Snam partono in svantaggio, pesano i dividendi

La settimana apre in negativo per il FTSE Mib che al momento si attesta a 19.594,50 punti in flessione dello 0,53%. Oggi giornata di acconto dividendi in riferimento all’esercizio 2018 per Enel e Snam che al momento vengono penalizzate sul principale listino azionario, risultando come i titoli con la peggiore flessione. Enel cede il 2,60%, mentre Snam il 2,08% a Piazza Affari.

Lo scorso anno Snam pagò un acconto sul dividendo di 0,0862 euro per poi pagare a saldo nel mese di giugno 2018 un residuo di 0,1293 euro e portare quindi a 0,2155 euro il dividendo totale pagato nell’anno solare 2018.

Per quanto riguarda Enel i vertici del gruppo hanno ricordato che per l’esercizio 2018 è previsto un dividendo complessivo pari all’importo più elevato tra 0,28 euro per azione e il 70% dell’utile netto ordinario del gruppo.

Annunciata in sede di approvazione dei conti dei primi 9 mesi dell’anno, la distribuzione dell’anticipo prevede un pagamento di una cedola di 0,14 euro. L’anno passato, con l’acconto su dividendo 2018 riferito all’esercizio 2017, la società staccò un dividendo pari a 0,105 euro, per poi staccare a luglio 2018 un dividendo a saldo di 0,132 euro per un totale di 0,237 euro. L’incremento è pari quindi a 0,035 euro per azione.

Giovedì 24 gennaio, invece, parte la stagione delle trimestrali di Borsa Italiana con i conti di STM, successivamente a febbraio sarà il turno dei titoli bancari, le cui trimestrali si concentreranno soprattutto nella giornata di giovedì 7 (clicca qui approfondire).

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.