Borsa Italiana: Prysmian arranca in apertura, possibile sanzione dal Brasile

L’ufficio investigativo per la concorrenza del Brasile ha notificato al gruppo italiano una possibile sanzione che dovrebbe essere compresa tra il 15% ed il 20% del fatturato ottenuto in Brasile nel 2009, per un massimo di 409 milioni di reais

Borsa Italiana: Prysmian arranca in apertura, possibile sanzione dal Brasile

Brutta tegola in casa Prysmian. Secondo quanto si apprende da fonti di stampa estere, l’ufficio investigativo dedicato alla concorrenza in Brasile ha pubblicato una nota tecnica su alcuni addebiti notificati al gruppo italiano nell’ambito di un procedimento del 2011.

Il comunicato dell’autorità spiega che la notifica contiene una raccomandazione riguardante l’ammontare della sanzione che potrebbe essere imposta a Prysmian dal tribunale del Cade e che dovrebbe essere compresa tra il 15% ed il 20% del fatturato ottenuto dal gruppo italiano in Brasile nell’anno 2009, un massimo di 409 milioni di reais (circa 96 milioni di euro al tasso di cambio corrente).

La nota tecnica non è comunque vincolante per il tribunale del Cade, la cui decisione sarà provvisoriamente esecutiva ma potrà essere impugnata, aggiunge il comunicato della società.

La notizia ha guastata l’inizio di seduta alle azioni Prysmian in Borsa Italiana questa mattina. A più di mezz’ora dall’avvio il titolo della società italiana scambia in negativo del -0,7% a 18,10 euro, a fronte di un mercato in rialzo (indice FTSE Mib +0,8%).

Gli analisti rimangono positivi sul titolo: il consenso rilevato da Bloomberg conta 14 raccomandazioni di acquisto su 16 pareri raccolti, target medio sugli ultimi 12 mesi a 22,81 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Prysmian S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.