Bollettino BCE: la ripresa dell’UE attesa entro il 2021

Violetta Silvestri

06/05/2021

06/05/2021 - 12:14

condividi

Il bollettino economico della BCE ha confermato uno scenario ancora incerto nel breve periodo. La ripresa è prevista entro il 2021.

Bollettino BCE: la ripresa dell'UE attesa entro il 2021

La BCE ha pubblicato il bollettino economico mensile: confermate le indicazioni già espresse per il continente europeo.

La parola incertezza, collegata soprattutto al breve periodo e all’oscillazione della pandemia, si è affiancata la ripresa, attesa a partire dal secondo trimestre 2021.

Restano in piedi, come confermato nell’ultima riunione dell’Eurotower, i sostegni e la politica accomodante. Il temuto tapering non appare ancora all’orizzonte.

Cosa ha svelato il bollettino economico BCE?

Dal bollettino economico BCE ancora incertezza

“Le prospettive economiche a breve termine rimangono offuscate dall’incertezza sulla recrudescenza della pandemia e sull’introduzione delle campagne di vaccinazione”: con queste parole la Banca Centrale Europea ha introdotto il consueto bollettino mensile.

Uno scenario immediato ancora traballante domina il continente, nonostante gli aiuti fiscali dei Governi e i segnali di una ripresa della domanda.

Come sottolineato dal documento, il PIL reale dell’area dell’euro è diminuito dello 0,7% nel quarto trimestre del 2020, attestandosi al 4,9% al di sotto del livello pre-pandemia di un anno prima.

Tale orientamento ha indicato una contrazione dell’attività economica nel primo trimestre. A fronte di un settore manifatturiero in evidente rilancio, i servizi hanno mostrato ancora sofferenze a causa delle restrizioni primaverili. Le loro prestazioni, però, sono stimate in miglioramento.

Sul lato dei consumi, si è mantenuta una certa prudenza a causa del ritorno preoccupante della pandemia e del suo impatto sull’occupazione e sui guadagni. Inoltre, “nonostante i bilanci societari più deboli e l’elevata incertezza sulle prospettive economiche, gli investimenti delle imprese hanno mostrato resilienza”

L’inflazione in crescita non è stata valutata come indicatore di una durevole pressione sui prezzi.

I segnali per la ripresa UE entro il 2021

Nel bollettino economico BCE si è rimarcato che tutte le politiche accomodanti messe in campo dall’istituto resteranno attive.

Ci si attende un maggiore slancio nella ripresa entro l’anno.

La campagna di vaccinazione in accelerazione e il previsto graduale allentamento delle misure di contenimento sono alla base di solide aspettative per una “ferma ripresa dell’attività economica nel corso del 2021”.

La BCE ha sottolineato che c’è una ripresa del commercio, e i servizi mostrano segnali di miglioramento.

“Le condizioni finanziarie globali hanno continuato a essere molto accomodanti, con i mercati azionari sostenuti dall’ottimismo sulle prospettive di crescita globale e dal continuo sostegno della politica monetaria”: con questa visione entro il 2021 dovrebbe farsi strada la ripresa.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.