Criptovalute: il Bitcoin rimane l’asset dell’anno, anche dopo sbandata del weekend

A dispetto del dietrofront, il Bitcoin si conferma un asset assolutamente vincente di questo 2019. Merito soprattutto dell’interesse delle società tecnologiche come Facebook. E ce ne saranno altre

Criptovalute: il Bitcoin rimane l'asset dell'anno, anche dopo sbandata del weekend

Parte male la settimana delle criptovalute e del Bitcoin, che nella notte fra domenica e lunedì ha visto il suo valore crollare di circa 1.000 dollari in un batter d’occhio.

La causa del blackout è duplice. Da un lato il tweet del presidente Usa Donald Trump che ha detto «di non essere un fan del Bitcoin» e di ritenere il mondo degli asset digitali «volatile e basato sul nulla». Un parere simile è stato espresso nei confronti della nuova Libra di Facebook.

Sulla sponda opposta del Pacifico un intervento ben più concreto da parte delle autorità governative cinesi che hanno deciso di dare un giro di vite in più contro le attività di mining delle criptovalute.

Secondo i dati resi disponibili dalla piattaforma Coindesk, il Bitcoin questa notte ha perso oltre il 10% del valore scivolando momentaneamente sotto i 10mila dollari.

Stessa sorte alle altre criptovalute, con l’Ethereum che ha accusato una flessione del 17%, Litecoin ha perso il 12 e Ripple il 6 per cento. Per Coinmarketcap la capitalizzazione complessiva dell’universo cripto è scesa sotto i 280 miliardi di dollari questo fine settimana.

Segui l’andamento di tutte le criptovalute cliccando qui.

Bitcoin, nessun rischio ban in Usa

Dopo il commento pubblico di Trump circa il suo parere negativo sulle criptovalute, l’economista americano Alex Krueger ha affermato che un divieto per le banche del loro utilizzo causerebbe un crollo dei loro prezzi.

«Difficilmente questa ipotesi potrà realizzarsi», ha commentato Edoardo Fusco Femiano, Market analyst per eToro. Infatti «Trump avrebbe bisogno di convincere il Congresso della necessità di vietare Bitcoin ma i legislatori sembrano pronti ad aggirare le sue richieste, anche se queste arrivassero con un ordine esecutivo», ha spiegato l’esperto.

Bitcoin, miglior asset in questo 2019

Le critiche fioccano, ma gli acquisti anche. Nonostante la sbandata della scorsa notte oggi il valore del Bitcoin sembra aver già ripreso quota sopra 10.500 $. A dispetto del dietrofront, il Bitcoin si conferma di fatto un asset assolutamente vincente di questo 2019, visto il balzo di oltre +160% dall’inizio dell’anno.

Gli analisti hanno attribuito il suo successo soprattutto alle notizie dell’interesse sempre maggiore che grandi società manifestano nei confronti degli asset digitali, come sta facendo Facebook, che poche settimane fa ha lanciato il progetto Libra.

Leggi anche Libra: la criptovaluta di Facebook è qui. Dettagli e caratteristiche.

Il futuro del Bitcoin? Altri seguiranno le orme di Facebook

Parlando sempre di giganti del tech, secondo gli imprenditori americani Tyler e Cameron Winklevoss, dopo Facebook con Libra, anche le altre componenti della sigla FANG (Facebook, Amazon, Netflix, Google) starebbero studiando il lancio di una propria criptovaluta, da realizzare nel giro di due anni.

«I due gemelli, che hanno a lungo contestato la proprietà intellettuale di Mark Zuckerberg di Facebook, ora tornano a lanciare questa sfida, perché di sfida si tratta. Infatti, gli imprenditori gemelli sono proprietari della Gemini, una piattaforma di scambio di valute digitali come ether, litecoin e bitcoin», ha chiosato Femiano.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.