Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin: investire Sì o No?

L’investimento in criptovalute è da considerarsi buono o eccessivamente rischioso? L’opinione degli esperti.

Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin: investire Sì o No?

Le criptovalute principali come Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin nel tempo sono state sia dei buoni investimenti che degli investimenti perdenti.

Sono state dei buoni investimenti per coloro che le hanno acquistate prima prima della grande salita e le hanno vendute nei pressi dei massimi storici alla fine dello scorso anno. Ma sono state un cattivo investimento per chi le ha acquistate vicino ai massimi storici, e le ha vendute nelle ultime settimane quando i prezzi sono scesi, oppure continuano ad averle registrando pesanti perdite.

Questo è quanto successo in passato. Ma nel futuro? Le criptovalute più famose sono dei buoni o dei cattivi investimenti?

Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin: investire Sì o No?

Nathan Worsley, CTO di LocalCoinSwap, è uno di loro, anche se vede le criptovalute più come un’innovazione tecnologica piuttosto che come un modo per diventare ricchi velocemente. “Quando investi in una criptovaluta, dovresti investire nella tecnologia che c’è dietro”, afferma Worsley. “Le criptovalute non sono uno schema per arricchirsi in modo rapido, ma sono una rivoluzione tecnologica con il potenziale di distruggere i principi fondamentali dei sistemi finanziari globali”.

Tabella 1: variazione di prezzo delle criptovalute principali negli ultimi sette giorni

Criptovaluta% a 7 gg
Bitcoin -0,9%
Ethereum +10,21%
Ripple -1,61%
Litecoin -3,4%

Tabella 2: il numero di criptovalute che sono salite/scese nella classifica delle prime 100

Criptovalute salite/sceseNumero
In salita 75
In discesa 25

A Worsley piace il Bitcoin (BTC). “Il Bitcoin è il network più forte esistente. Il Bitcoin ha resistito alla prova del tempo e ai molteplici attacchi di avversari dotati di risorse adeguate”, afferma. «È una criptovaluta di cui ci si può fidare, e con il Lightning Network in fase di crescita ci aspettano grandi cose”.

Worsley è positivo anche su Ethereum (ETH). “Ethereum è una blockchain per script generici fondata da una delle più grandi menti della nostra generazione. Come fondamento di centinaia di altre criptovalute mainstream, Ethereum ha il potenziale di arrivare a rivaleggiare contro il Bitcoin stesso”.

E il Ripple (XRP)? Secondo l’esperto, il sistema “non è veramente decentrato, ma è veloce come la luce, Ripple ha il potere di migliorare i sistemi bancari e aiutare a semplificare i trasferimenti internazionali di denaro”, osserva Worsley.

E il Litecoin? “Il Litecoin, fratello minore del Bitcoin e una delle prime vere Altcoin, non offre degli sviluppi tecnologici eccitanti rispetto al protocollo del Bitcoin, ma probabilmente rimarrà un punto di riferimento fisso nell’ecosistema crittografico per molti anni a venire”.

Oz Sultan, chief strategist presso CG Blockchain, è un altro esperto fiducioso, rialzista sul Bitcoin, ma non su Ethereum. “La correzione del Bitcoin è dovuta a una serie di straordinarie pressioni sul mercato”, afferma Sultan, “ma per ora rimane un hold (una raccomandazione che non consiglia né l’acquisto né la vendita, ndr). Ethereum ha subito una forte correzione dopo degli importanti spostamenti del mercato causate da numerosi ICO di alto profilo e sta subendo delle pressioni deflazionistiche dal Bitcoin”.

Anche David Sapper, COO di Blockbid, è tra gli esperti rialzisti. “Se il valore di alcune monete digitali meno conosciute ha il potenziale di svanire, è possibile certamente che le criptovalute principali registrino un altro aumento di valore tra non molto tempo”, dice Sapper.»A quel punto, coloro che hanno corso il rischio durante la discesa saranno pienamente ricompensati per la pazienza e il coraggio”.

Avanza lo scetticismo

Ma John Hagensen, fondatore e amministratore delegato di Keystone Wealth Partners, è molto scettico sull’investire in criptovalute. “Tutto dipende da cosa si definisce ‘investimento’. Se un investimento è una scommessa speculativa che ha il potenziale di portare guadagni considerevoli a breve termine o perdite catastrofiche, allora sì, certo, è un investimento”.

Al contrario, se l’investimento ha a che fare con la disciplina, la strategia, la formazione e la diversificazione - con l’obiettivo di massimizzare i rendimenti per un rischio dichiarato, “allora le criptovalute sono più vicine al gioco della roulette russa che ad un investimento”.

Investire nelle criptovalute più famose è un gioco estremamente rischioso per speculatori piuttosto che per investitori, ed è possibile perdere parte o tutti i fondi investiti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Investimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.