Azioni FCA fuori controllo (-4.58%) per maxi-multa in arrivo: cos’è accaduto in Lussemburgo?

Francesco Lucchetti

22 Ottobre 2015 - 10:46

condividi

La Commissione europea accusa FCA di illecito fiscale in Lussemburgo, rischio per Fiat Chrysler Automobiles di una maxi-multa di 20 milioni di euro. Benefici fiscali “ingiustificabili”.

Grande preoccupazione per FCA e i suoi azionisti: il titolo di Fiat Crysler Automobiles ha chiuso la sessione di ieri al New York Stock Exchange con un pessimo -4,58% dovuto agli sviluppi della vicenda in Lussemburgo, che porta sull’azienda automobilistica italo-americana guidata da Sergio Marchionne l’ombra di una maxi-multa.

La Commissione europea ha concluso dopo 15 mesi le sue indagini sul trattamento fiscale speciale che sarebbe stato riservato ad FCA dallo Stato del Lussemburgo e adesso questa rischia una multa di “almeno 20 milioni” di euro. La notizia non piace ovviamente all’azienda, tantomeno agli azionisti che sono corsi alle vendite facendo crollare a picco le azioni FCA.

FCA: cos’è accaduto in Lussemburgo?
La filiale lussemburghese di Fiat Finance and Trade, a partire dal 2012 ad oggi, avrebbe beneficiato di “una riduzione indebita dell’onere fiscale per almeno 20-30 milioni” di euro. Pur ricordando che gli accordi fiscali tra gli Stati e le aziende sono strumenti leciti, la Commissione ha reputato non conformi alle norme UE i benefici fiscali ottenuti da Fiat Chrysler Automobiles.
Il tax ruling tra FCA e Lussemburgo

“avalla una metodologia artificiosa ed estremamente complessa che non è appropriata per calcolare utili imponibili che riflettano le condizioni di mercato”.

La rabbia di Sergio Marchionne
La multa che sarà irrogata ad FCA sarà in ogni caso ben al di sotto della cifra di 200 milioni di cui aveva parlato il Financial Times e l’Amministratore Delegato Sergio Marchionne non ha espresso preoccupazione per il bilancio dell’azienda.
La sua reazione non è però venuta a mancare e l’AD difende la sua azienda:

“Sulla base di cosa la Commissione ci viene dietro? Forse non hanno letto le carte [...] prendano dei professionisti che facciano il loro lavoro”.

Azioni FCA, panico ingiustificato?
La notizia ha scosso fortemente i mercati ed ha fatto aumentare in maniera vertiginosa le vendite, ma in realtà potrebbe trattarsi di un fuoco di paglia. La multa che sarà irrogata ad FCA per la vicenda in Lussemburgo dovrebbe essere ben dieci volte inferiore alle prime aspettative e 20 milioni non dovrebbero compromettere il bilancio aziendale.
Dal punto di vista dell’analisi tecnica, la quotazione ha preso le distanze dal massimo di 142.30 dollari ad azione, scendendo fino al prezzo attuale di 132.17. Nelle prossime ore potremmo assistere alla continuazione di questa ondata di vendite, ma la quotazione incontrerà presto supporti importanti a 131, 128.80 e 125.50. Viceversa, è anche possibile che la fiducia verso il titolo possa far risalire la quotazione fino alla resistenza di 137.10, che sarà fondamentale per valutare un’eventuale ripresa del trend rialzista.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.