Azionario, petrolio: Chesapeake Energy in perdita, ma alza le previsioni sulla produzione

Flavia Provenzani

6 Maggio 2015 - 14:49

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Chesapeake Energy, una delle compagnie di petrolio e gas più grandi negli Stati Uniti, rivede la produzione nel 2015 al rialzo, nonostante la perdita netta di 3.78 miliardi dollari nel primo trimestre 2015.

La Chesapeake Energy Corp (N:CHK) mercoledì ha alzato le sue previsioni di produzione di petrolio e gas per il 2015, anche come il secondo più grande produttore statunitense di gas naturale ha registrato una perdita trimestrale relativa ai prezzi delle materie prime.

La Chesapeake, come altri produttori di shale oil tra cui la Devon Energy Corp (N:DVN), hanno ridotto i budget in risposta al crollo dei prezzi del greggio, ma una particolare attenzione nel rendere i costi del processo di perforazione più efficienti e più bassi sta permettendo alle società di estrarre più petrolio.

Chesapeake ha riferito di prevedere ora che la sua produzione di petrolio e gas naturale salirà da 640.000 a 650.000 barili e equivalente al giorno.

In precedenza, la società aveva previsto un aumento di produzione da 635.000 a 645.000.

Chesapeake ha registrato una perdita netta nel primo trimestre 2015 di 3.78 miliardi dollari o 5,72 dollari per azione, rispetto all’utile dell’anno precedente di 374 milioni dollari o 54 centesimi per azione.

Escludendo i fattori che hanno ridotto l’utile netto della società di 3,8 miliardi dollari, la Chesapeake ha avuto un profitto di 11 centesimi per azione.
Gli analisti, in media, si aspettavano un utile di 4 centesimi per azione, secondo Reuters.

Nel primo trimestre, la produzione di petrolio e gas è stata di 686.000 barili e equivalenti al giorno, in aumento del 14 per cento rispetto all’anno precedente.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories