Assunzioni apprendistato 2021: come ottenere l’agevolazione? Istruzioni INPS

Teresa Maddonni

21 Giugno 2021 - 14:07

condividi

Assunzioni apprendistato 2021: INPS spiega con la circolare n. 87 del 18 giugno come ottenere lo sgravio contributivo, che è stato rinnovato per l’anno in corso, fornendo istruzioni dettagliate.

Assunzioni apprendistato 2021: come ottenere l'agevolazione? Istruzioni INPS

Per le assunzioni con apprendistato nel 2021 sono in vigore delle agevolazioni per i datori di lavoro in termini di sgravi contributivi.

A spiegare come ottenerli anche per l’anno in corso è la circolare dell’INPS n.87 del 18 giugno. L’agevolazione per le assunzioni 2021 cui la circolare si rivolge, spiega l’Istituto, riguarda lo sgravio contributivo relativo al contratto di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore (assunzioni disciplinate dall’articolo 43 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81).

Lo sgravio contributivo per le assunzioni con l’apprendistato è totale ed è stato introdotto con la Legge di Bilancio 2020 in favore dei datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove.

L’agevolazione, ricorda INPS, è stata prorogata per l’anno 2021 dal decreto Ristori di ottobre convertito dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176. Ricordiamo che le assunzioni tramite apprendistato sono state previste anche per la PA dal recente decreto Reclutamento.

Assunzioni apprendistato di primo livello: come funziona l’agevolazione

Le assunzioni con apprendistato di primo livello danno diritto a un’agevolazione, ma come funziona? Lo spiega INPS nella circolare del 18 giugno nella quale fa anche un quadro dettagliato della normativa sull’apprendistato e per il quale noi rimandiamo alla nostra guida.

INPS ricorda nella circolare che l’articolo 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e l’articolo 15-bis, comma 12, del decreto-legge n. 137/2020 hanno disposto che per i contratti di apprendistato di primo livello stipulati nel 2020 e nel 2021 è riconosciuto ai datori di lavoro che hanno fino a 9 dipendenti uno sgravio contributivo del 100 per cento “con riferimento alla contribuzione dovuta ai sensi dell’articolo 1, comma 773, quinto periodo, della legge n. 296/2006, per i periodi contributivi maturati nei primi tre anni di contratto, fermo restando il livello di aliquota del 10% per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo.”

Per la fruizione dell’agevolazione contributiva per le assunzioni dei lavoratori “il requisito dimensionale del datore di lavoro deve sussistere al momento dell’assunzione dell’apprendista di primo livello. Conseguentemente, il beneficio contributivo permane anche se successivamente il datore di lavoro supera il predetto limite dimensionale.”

Nei primi 36 mesi, quindi nei primi 3 anni di apprendistato, l’agevolazione comporta che l’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro prevista dall’articolo 1, comma 773, quinto periodo, della legge n. 296/2006 si azzera.

A decorrere dal 37esimo mese del contratto di apprendistato di primo livello, si applica invece l’aliquota contributiva del 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.

“L’aliquota contributiva a carico dell’apprendista rimane, invece - ricorda INPS nella circolare - pari al 5,84% della retribuzione imponibile, per tutta la durata del periodo di formazione.”

Il contratto di apprendistato di primo livello deve essere accompagnato dal periodo di formazione nell’azienda per i giovani dai 15 ai 25 anni. L’obiettivo è il conseguimento di un titolo di studio. Il contratto ha durata massima di 3 anni, che possono diventare 4 in caso di trasformazione in apprendistato di secondo livello finalizzata al conseguimento della “qualificazione professionale ai fini contrattuali”.

Assunzioni apprendistato 2021: come ottenere l’agevolazione

INPS nella dettagliata circolare sulle assunzioni con apprendistato di primo livello specifica come ottenere l’agevolazione fornendo le istruzioni per la compilazione del flusso Uniemens.

Per le assunzioni con decorrenza gennaio 2020, per i lavoratori interessati allo sgravio contributivo con apprendistato, i datori di lavoro compileranno il flusso Uniemens sempre valorizzando:

  • nell’elemento Qualifica1 il codice “5”, avente il significato di “Apprendista”;
  • nell’elemento TipoLavoratore il codice “PA” avente il significato di “Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore”.

Per i primi 3 anni di apprendistato, nell’elemento “TipoContribuzione”, specifica INPS, si dovranno invece riportare codici differenti, a seconda dell’anno di godimento dello sgravio, come di seguito riportati:

  • JA Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – primo anno di sgravio;
  • JB Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – secondo anno di sgravio;
  • JC Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – terzo anno di sgravio.

“I sopra esposti codici andranno utilizzati anche per gli apprendisti iscritti al Fondo minatori, ma occupati in superficie.”

Al contrario, continua INPS nella circolare per i soli apprendisti occupati in sotterraneo, iscritti al Fondo minatori, il codice tipo contribuzione è caratterizzato dalla prima lettera “K”, secondo l’elenco che segue:

  • KA Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – primo anno di sgravio;
  • KB Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – secondo anno di sgravio;
  • KC Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) – terzo anno di sgravio.

“Per gli apprendisti assunti da gennaio 2020, i datori di lavoro interessati, che abbiano utilizzato codici tipo contribuzione impropri, per il recupero di differenze contributive valorizzeranno all’interno di DenunciaIndividuale - DatiRetributivi - AltreACredito - CausaleACredito - il codice causale di nuova istituzione “L603”, avente il significato di "Rec. eccedenza contribuzione apprendisti art.1, comma 8, legge 27 dicembre 2019, n. 160”, in “ImportoACredito” l’importo dell’eccedenza contributiva da recuperare. La valorizzazione del predetto codice causale può essere effettuata esclusivamente nei flussi Uniemens di competenza luglio e agosto 2021.”

Per maggiori dettagli rimandiamo al testo completo della circolare INPS che alleghiamo di seguito.

Circolare n° 87 del 18 giugno 2021
Sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti.

Iscriviti a Money.it