Apprendistato nella PA e assunzioni: anche per giovani diplomati opportunità con il Dl Reclutamento

Teresa Maddonni

10 Giugno 2021 - 18:12

condividi

Contratti di apprendistato nella Pubblica amministrazione per giovani diplomati e universitari, ma anche assunzioni veloci per attuare il PNRR: in arrivo opportunità di lavoro e formazione con il decreto Reclutamento in vigore.

Apprendistato nella PA e assunzioni: anche per giovani diplomati opportunità con il Dl Reclutamento

Arriva l’apprendistato nella Pubblica Amministrazione per giovani diplomati e studenti universitari. Previste anche assunzioni veloci nella PA con il decreto Reclutamento approvato in Consiglio dei Ministri insieme al decreto ponte per l’assegno unico per i figli, e in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto Reclutamento prevede l’apprendistato per i giovani nella Pubblica Amministrazione attraverso progetti formativi specifici, ma anche delle assunzioni per l’attuazione del PNRR.

Con il decreto dovrebbero essere previste infatti oltre 24mila assunzioni veloci, 500 con concorsi pubblici semplificati anche per matematici e ingegneri.

Apprendistato nella PA per i giovani con il decreto Reclutamento

L’apprendistato nella PA con il decreto Reclutamento rappresenta un’opportunità per i giovani al fine di puntare sulla formazione con progetti specifici. Nel testo si stabilisce che in attuazione dei progetti del PNRR si consente l’attivazione di specifici percorsi di formazione e lavoro presso le Pubbliche amministrazioni con contratto di apprendistato per:

  • diplomati che non accedono a percorsi universitari;
  • studenti universitari;
  • studenti iscritti a master di secondo livello;
  • studenti iscritti a corsi di specializzazione;
  • studenti iscritti a percorsi di dottorato di ricerca.

I progetti con contratto di apprendistato nella PA sono finalizzati all’acquisizione di competenze di base e trasversali e all’orientamento professionale dei giovani diplomati.

Assunzioni veloci nella PA

Assunzioni veloci nella PA in arrivo, oltre all’apprendistato per i giovani, con il decreto Reclutamento del governo in attuazione del PNRR.

Si parla di oltre 24mila assunzioni a tempo determinato per l’attuazione dei progetti del PNRR entro il 2026; i contratti infatti non potranno durare più di 36 mesi, non eccedenti la durata prevista per l’attuazione dei progetti della PA e comunque non oltre il 31 dicembre del 2026.

Le assunzioni sono così divise:

  • 1.000 unità di personale a supporto degli enti locali;
  • 500 professionisti per la rendicontazione finanziaria (con concorso semplificato per titoli e il solo orale) si cercano matematici e ingegneri;
  • 300 per la governance;
  • 338 addetti per la transizione digitale;
  • 67 all’AgID;
  • 16.500 all’ufficio per il processo;
  • 5.410 unità di personale amministrativo alla Giustizia.

In particolare per le nuove assunzioni nella PA con il decreto Reclutamento sarebbero previsti due elenchi:

  • professionisti ed esperti per incarichi di collaborazione;
  • personale in possesso di alta specializzazione con contratto a tempo determinato.

Entrambe le tipologie di assunzioni nella PA, se non si raggiungono gli obiettivi stabiliti dal progetto, possono venir meno con un atto unilaterale da parte della Pubblica amministrazione (articolo 2119 del codice civile).

Iscriviti a Money.it