Assegno ordinario di invalidità: contributi necessari e pubblico impiego

Lorenzo Rubini

14 Dicembre 2020 - 15:54

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione previdenziale riconosciuta sulla base dei contributi effettivamente versati.

Assegno ordinario di invalidità: contributi necessari e pubblico impiego

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione che l’INPS riconosce, dietro presentazione di apposita domanda, ai lavoratori che hanno una capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo che siano, però, anche in possesso dei requisiti contributivi richiesti.

In questo articolo, rispondendo al quesito di due lettori di Money.it, affronteremo proprio il tema del requisito contributivo andando a capire anche perchè la misura non spetta ai lavoratori del pubblico impiego.

Assegno ordinario di invalidità e contributi

  • “Buongiorno, ho il 74% di invalidità e non lavoro, ormai, dal 2010 a causa di chiusura aziendale. Per 2 anni ho preso la disoccupazione ma adesso sono 8 anni che non ho reddito mio se non quello dell’assegno di invalidità di 286 euro mensili. Sono ancora molto lontano dalla pensione visto che ho compiuto da poco i 50 anni. Un mio conoscente mi ha detto che potrei avere diritto all’assegno ordinario di invalidità, come potrei richiederlo se mi spetta?”

Purtroppo, pur essendo in possesso del requisito sanitario necessario per poter accedere all’assegno ordinario di invalidità (è richiesta invalidità di almeno il 67%) purtroppo attualmente non è in possesso del requisito contributivo.

Per avere diritto al beneficio, infatti, serve avere versato almeno 5 anni di contributi ma almeno 3 anni devono essere stati versati nei 5 anni che precedono la domanda. Non lavorando dal 2010 e non versando più contributi dal 2012, purtroppo lei non soddisfa questo requisito.

Assegno ordinario di invalidità e pubblico impiego

“Sono un dipendente della pubblica amministrazione da 15 anni e da poco mi hanno certificato una invalidità civile dell’80%. Posso richiedere l’assegno ordinario di invalidità?”

L’assegno ordinario di invalidità viene riconosciuto soltanto ai dipendenti del settore privato, ai lavoratori autonomi e agli iscritti alla Gestione Separata INPS.

Purtroppo il beneficio non spetta ai dipendenti del pubblico impiego che proprio per il fatto di essere iscritti al fondo dei dipendenti pubblici hanno altre agevolazioni per l’invalidità (come ad esempio la pensione di inabilità) cui i dipendenti privati non possono accedere.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories