Analisi forex: Eur/Usd senza entusiasmo, cambio bloccato in un trading range

La zona in cui si trovano le quotazioni Eur/Usd è piuttosto delicata. Combinando l’analisi tecnica del cambio con quella sul Dollar Index è possibile comprendere i punti di rottura idonei ad una presa di posizione efficace

Analisi forex: Eur/Usd senza entusiasmo, cambio bloccato in un trading range

Durante le ultime due sedute la moneta unica ha guadagnato terreno nei confronti del biglietto verde ma senza mostrare entusiasmo: le ultime candele giornaliere positive infatti non hanno corpi ampi e si mantengono anzi in un range ristretto. Il cambio Eur/Usd sembra dunque entrato in una fase di stallo prolungato all’interno del rettangolo delimitato inferiormente dal supporto a 1,15 e superiormente dalla resistenza a 1,18 dollari.

Eur/Usd, quotazioni in trading range fra 1,15 e 1,18


Grafico daily del cambio Eur/Usd

Per un rialzo delle quotazioni che possa considerarsi tale occorre in primo luogo il superamento di quota 1,1785 dollari, livello dove le quotazioni incontrerebbero la linea di tendenza di breve periodo che collega i massimi del 14 giugno con quelli del 9 luglio scorso. Solo se quest’area dovesse venir rotta ci sarebbero i presupposti per la ricopertura della “barra Draghi” del 14 giugno scorso a 1,18 dollari, sulla parte superiore del canale descritto nel precedente paragrafo.

Viceversa, se le quotazioni dovessero ritornare verso area 1,16650 ecco che ci sarebbero i presupposti per ulteriori vendite, che potrebbero traghettare le quotazioni verso quota 1,16 in un primo momento, per poi passare ai supporti di 1,1520. Occorre però una debolezza da parte del biglietto verde, che dimostra ancora una grande resilienza quando messo sotto pressione da parte dei venditori.

Analisi tecnica Dollar Index:


Grafico daily del Dollar Index

Per quanto riguarda il Dollar Index si può notare dal grafico che i corsi stanno nuovamente ritracciando dopo non essere riusciti a superare i precedenti massimi collocati a 95,53 punti. Sembra che le quotazioni si stiano dirigendo verso il quarto test della linea di tendenza di breve periodo che collega i minimi del 14 maggio 2018 a 92,24 punti con quelli del 14 giugno 2018 a 93,19 punti.

Un eventuale nuovo tocco di tale linea di tendenza avrebbe più possibilità di portare ad una rottura tecnica rispetto agli altri: a partire dal quarto test di un livello infatti, le probabilità di breakout aumentano esponenzialmente. L’eventuale rottura di tale linea di tendenza porterebbe i corsi verso i supporti di area 93,20 punti.

Proiettando i ragionamenti dal Dollar Index al cambio Eur/Usd, questo evento corrisponderebbe ad un raggiungimento della menzionata “barra Draghi” da parte del cambio Eur/Usd. Si comprende quindi come la zona in cui ci si trova sia fondamentale per comprendere la direzione che potrebbe prendere la moneta unica nei confronti del dollaro americano nelle prossime ottave.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su Eur/Usd

Visto quanto emerso dall’analisi si potrebbero privilegiare strategie di stampo rialzista una volta superata quota 1,1785. Tali strategie avrebbero stop loss a 1,1660, obiettivo principale 1,1920 e obiettivo finale 1,1950.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.